Malpensa e Linate abbattono le emissione di CO2

Anche quest’anno gli aeroporti di Milano Malpensa e Linate hanno ottenuto il riconoscimento del massimo livello del programma europeo Airport Carbon Accreditation (riduzione emissioni CO2).

Entrati a far parte del programma volontario di certificazione sin dall’inizio, nel giugno del 2009 (prima Società di Gestione Aeroportuale a classificarsi “Optmization”), per il quinto anno consecutivo Linate e Malpensa si confermano nell’olimpo degli aeroporti europei leader grazie agli sforzi costantemente messi in atto su più fronti per la riduzione dei consumi energetici e per l’abbattimento delle emissioni di CO2, ancora una volta raggiungono la neutralità 3+, il riconoscimento più virtuoso per un aeroporto, secondo Airport Carbon Accreditation.

L’Intergovernmental Panel on Climate Change (IPCC), comitato Onu che si occupa dei cambiamenti climatici, ha stimato che il 2% delle emissioni totali di anidride carbonica, principale gas responsabile dell’effetto serra, è dovuto all’industria aeronautica. Di queste emissioni, le operazioni aeroportuali pesano solo per il 5% e gli aeroporti europei sono impegnati ad abbassare ulteriormente 0 questa quantità.

“Lo sforzo che l’industria aeroportuale continua a sostenere nell’ambito dell’abbattimento di CO2 è una concreta testimonianza di quanto gli aeroporti europei siano attenti alle problematiche legate al cambiamento climatico – osserva Giulio De Metrio, Chief Operating Officer di SEA, membro del Board di ACI Europe (l’associazione degli aeroporti europei) – Anche gli aeroporti di Milano da anni sono attivamente coinvolti in questo impegno e siamo orgogliosi di aver ricevuto questo rinnovo importante che sancisce la bontà delle iniziative messe in atto nel ridurre le emissioni di CO2, iniziative spesso poco visibili ai passeggeri, ma i cui risultati sono un successo importante per tutti.”

“Airport Carbon Accreditation” è gestito da WSP Environment & Energy, società con base a Londra e uffici in 35 paesi del mondo, leader nel campo del cambiamento climatico, che risponde per questa specifica iniziativa a un comitato indipendente costituito da rappresentanti della Commissione Europea, di ECAC (European Civil Aviation Conference), di EUROCONTROL, di ICAO (International Civil Aviation Organisation) e UNEP (United Nations Environmental Programme).

Oggi, in Europa, le società di gestione collocate a livello 3+ “neutralità” sono solo tre: SEA (Milano Linate e Milano Malpensa), AVINOR (Oslo e Trondheim Airport), SWEDAVIA (tutti gli otto aeroporti svedesi).

In totale nel programma a oggi vi sono 76 aeroporti in 23 paesi differenti, ciascuno accreditato in uno dei vari livelli (Mapping, Reduction, Optimisation, Neutrality), per un totale di 750 milioni di passeggeri gestiti ogni anno.

Per ulteriori informazioni sul programma, visitare il sito www.airportcarbonaccreditation.org

 

 

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *