Un museo tra i corridoi di Malpensa

Il Museo del Novecento e SEA hanno firmato un accordo di collaborazione biennale che si pone l’obiettivo di programmare esposizioni di opere d’arte oggetto di prestito presso l’aeroporto di Milano Malpensa. Sarà una Commissione paritetica a individuare le opere da esporre e il luogo di esposizione nel terminal, parte di un programma di iniziative espositive per i passeggeri in arrivo o in partenza dall’aeroporto di Milano Malpensa.
La prima di queste iniziative, promossa da Comune di Milano e SEA, è l’Idea del Cavaliere, realizzata nel 1955 da Marino Marini (1901-1980), scultura tra le più note e apprezzate del maestro toscano conservata al Museo del Novecento di Milano, che accoglierà i passeggeri che dal 15 maggio al 31 agosto 2014 attraverseranno la Porta di Milano, spazio espositivo tra l’ingresso del Terminal e la stazione ferroviaria.

Si consolida così il progetto studiato da SEA di proporre l’aeroporto, crocevia di emozioni legate all’esperienza del viaggio, come sede ideale per dare voce alle espressioni artistiche nelle loro infinite forme.
In questa direzione si rafforza l’intenzione di promuovere La Porta di Milano come un unicum nel panorama delle aerostazioni mondiali, in quanto progettato come struttura funzionale di accesso all’aeroporto e come spazio espositivo in grado di arricchire la già importante offerta culturale di Milano, accogliendo iniziative d’arte con cadenza periodica.
“Prosegue con un’altra opera caratterizzata da un forte potere iconico l’esperienza di contaminazione tra arte contemporanea e spazi pubblici della città, iniziata con l’esposizione dei Sette Savi di Melotti – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. Un esperimento che ha avuto un grande successo anche per il forte valore simbolico della mostra, che accoglie i passeggeri provenienti da tutto il mondo con il volto più bello della città, offrendo l’opportunità di scoprire, appena sbarcati dall’aereo, una straordinaria città d’arte e cultura. L’opera resterà esposta tutta l’estate, “incontrando” anche i passeggeri in transito e invitandoli così, discretamente e indirettamente, a trattenersi a Milano per scoprirla meglio. Un invito che sarà rinnovato nei prossimi mesi, e dunque anche durante il semestre di Expo 2015, con nuove opere e diversi artisti delle preziose collezioni civiche d’arte”.
“Questo accordo è un passo avanti molto importante nell’ambito della politica culturale di SEA, tradizionalmente volta a valorizzare il patrimonio culturale di Milano – afferma Pietro Modiano, Presidente di SEA – Si tratta di una collaborazione con il museo di arte contemporanea più importante d’Italia che ci rende legittimamente orgogliosi. L’intero aeroporto non è più solo un passaggio necessario per chi parte o arriva, ma diventa un luogo che emoziona, un aspetto che da anni SEA ha promosso con numerose iniziative che spaziano dall’arte, alla musica, allo sport. Diverse forme di intrattenimento per soddisfare le aspettative di un pubblico estremamente eterogeneo”.

 

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in IN aeroporto, News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *