Aperta la Piazza del Lusso. Un tappeto rosso per Expo

E’ aperta da ieri la nuova Piazza del Lusso di Milano Malpensa, primo step del progetto di ampliamento e  rinnovamento di Malpensa annunciato lo scorso novembre. In vista di EXPO 2015, infatti, SEA ha deciso, con un investimento di 30 milioni di Euro, di anticipare il restyling dell’aeroporto per offrire ai passeggeri che arriveranno a Milano per l’evento il comfort e lo stile che caratterizza la città.
Fiore all’occhiello della nuova Malpensa è la  nuova galleria commerciale che ospita la Piazza del Lusso, che al temine del progetto di restyling, sarà accessibile da tutti i passeggeri sia a quelli destinati ai voli Schengen che a quelli non-Schengen. Con i suoi 8.000 mq e  i suoi 46 nuovi spazi commerciali, tra cui un duty free di circa 2.000 mq, sarà tra le più grandi d’Europa,  portando l’offerta complessiva retail delle partenze a 23.000 mq con circa 100 esercizi tra ristoranti, bar e negozi, a sottolineare la strategia di SEA che, in linea con le best practices mondiali, sta sviluppando fortemente l’offerta retail dei suoi aeroporti.
Innovazione, design, materiali all’avanguardia, spazi rinnovati e ampliati accoglieranno gli appassionati dello shopping a Milano Malpensa.
Il design della nuova galleria commerciale sarà fortemente italiano e renderà omaggio a Milano. Una rivisitazione in chiave moderna della Galleria Vittorio Emanuele. L’illuminazione studiata dal lighting designer Cinzia Ferrara sarà uno degli elementi esteticamente caratterizzanti della nuova area che accoglierà i maggiori brand del lusso mondiali: da Bulgari, Armani (prima apertura in un aeroporto europeo), Ermenegildo Zegna a Etro e Gucci; da Hermes, Montblanc a Salvatore Ferragamo a Tod’s e a Moncler.  La nuova galleria diventerà a tutti gli effetti una meta da raggiungere e non solo una zona di passaggio, dove potersi concedere una pausa caffè o un piacevole pranzo stellato presso il Davide Oldani Cafè.
Il progetto del restyling nel suo complesso renderà Milano Malpensa una struttura all’avanguardia, elegante e luminosa, con forme aerodinamiche, realizzata in acciaio e vetro, con pavimenti in marmo e rivestimenti esterni in zinco-titanio. Il Terminal 1 che sarà completato entro aprile 2015, raggiungerà una superficie totale di 350.000 mq, avrà 90 gates di imbarco e fino a 270 banchi check-in, 41 pontili mobili (loading bridges) e, novità assoluta per gli aeroporti italiani, potrà accogliere contemporaneamente 2 Airbus A380, imbarcando i passeggeri attraverso 3 pontili (uno per il ponte superiore e due per il ponte principale).
Il restyling dell’attuale parte del Terminal 1 interesserà un’area di 18.000 mq e le zone d’intervento saranno il salone degli arrivi, il piano check-in e l’atrio di accesso all’aeroporto dalla stazione ferroviaria (per un investimento totale di circa trenta milioni di Euro). L’intero progetto architettonico è stato realizzato da Gregorio Caccia Dominioni.
 “I nuovi spazi sono stati pensati, progettati ed eseguiti per proiettare nel futuro una struttura aeroportuale che si presenta come veicolare al rilancio di una nuova Milano, memore del suo passato, attenta al presente e desiderosa di partecipare da protagonista anche alla creatività dei prossimi anni. – ha dichiarato l’architetto Gregorio Caccia DominioniGli interventi, di nuova realizzazione od oggetto di restyling, si ricollegano alla tradizione dell’architettura e del design lombardo, da sempre caratterizzato dalla ricerca di materiali innovativi e dalla cura del particolare finalizzati al raggiungimento dell’armonia dell’insieme”.
Il continuo rincorrersi di vuoti e pieni nel controsoffitto determina un alternarsi di luce e ombra, una sorta di chiaroscuro caro alla tradizione pittorica italiana, che muta in continuazione a seconda di come lo si guarda e che ritrova in molta architettura di Giò Ponti la sua principale ispirazione.” – ha dichiarato Cinzia Ferrara.
Malpensa è centrale nel sistema degli aeroporti milanesi, è strategico per il Paese e SEA investe su un’infrastruttura che è riuscita a crescere anche durante la crisi e che oggi sta intercettando i segnali, seppur ancora deboli, della ripresa. – ha dichiarato Pietro Modiano, Presidente di SEA – Quello che si può vedere oggi è solo l’inizio della nuova storia che Malpensa saprà raccontare”.

 

 

 

 

 

 

Be Sociable, Share!
Questa voce è stata pubblicata in IN aeroporto, News e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *