Passaporto senza “bollo”? Ahi, ahi, ahi…

Attenzione a non dimenticare la marca da bollo per il passaporto, se viaggiate in un Paese che non fa parte dell’Unione Europea. La Guardia di Finanza di Malpensa, nel corso del primo quadrimestre del 2011, durante i controlli ai viaggiatori, svolti in aeroporto, ha rilevato 923 violazioni (in media, più di 7 al giorno), proprio per il mancato pagamento della tassa di concessione governativa sui passaporti. E l’Erario ringrazia: sono “rientrati” 270.155 euro.

Un piccolo ripasso: meglio ricordare che la normativa settoriale (L. 342 del 21 novembre 2000) prevede che l’utilizzo del passaporto, per viaggi in Paesi esteri, che non fanno parte dell’Unione Europea, sia preceduto dal pagamento della tassa di concessione governativa, assolta acquistando la apposita “marca da bollo”, del costo di 40,29euro, che deve essere apposta sul documento prima della partenza, provvedendo, altresì, alla sua “vidimazione”. Il contrassegno ha validità per 365 giorni, che devono essere conteggiati tenendo presente, come termine iniziale, la data di rilascio del passaporto.

Questa voce è stata pubblicata in News e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Passaporto senza “bollo”? Ahi, ahi, ahi…

  1. Valdimir scrive:

    Evviva, paghiamo la tassa sulla tassa!!! Paghiamo per il rilascio di un documento di identità (ci sono paesi che lo rilasciano gratuitamente fin dal primo mese di vita), poi dobbiamo pagare una tassa annuale di ben 40,29 euro e poi? Non riescono ad inventare qualche altro balzello??

  2. ciccio scrive:

    paese che vai tassa che trovi, stiamo sempre a lamentarci ma xke non andate a vivere dove non si paga la tassa sul passaporto (ma magari vi fanno pagare quella sull’aria che respirate chissà)

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>