Varese News

Un ragazzino e i volontari “riaprono” i Giardini della Costituzione a Cardano

È un piccolo giardino pensile comunale nella parte "alta" della cittadina: il messaggio di un undicenne ha spinto i ragazzi del Quarto Stato a rimettere in ordine lo spazio in vista della Festa della Repubblica

Cardano al Campo generico

A Cardano al Campo, per il 2 giugno, “riaprono” i Giardini della Costituzione, piccolo spazio verde comunale risistemato per l’occasione: un’iniziativa nata da un ragazzino e sostenuta dal circolo Quarto Stato.

Piccolo e raccolto, il parchetto si trova in fondo a via Vittorio Veneto proprio di fronte al Circolo, tra l’asilo storico della cittadina e la chiesetta di San Pietro.
«Questi giardini comunali inaugurati nel 2006 e dedicati alla nostra Costituzione sono un piccolo quadrato di terra con grossi platani, un tavolo e un gazebo di ferro in stile liberty. In verità non molto frequentati, sono meta di qualche gruppo di ragazzi e qualche cane con il suo padrone» raccontano dal Circolo.

«In questi giorni abbiamo trovato un messaggio all’ingresso dei Giardini: un ragazzo di undici anni si offriva di portare via settimanalmente il sacco dell’immondizia presente all’interno del parchetto. Un bel gesto di altruismo e senso civico. Da un po’ di tempo anche noi stavamo pensando a come “adottare” i Giardini della Costituzione e il messaggio del giovane è stato una molla in più»

«Cogliendo l’occasione dell’avvicinarsi del 2 giugno e della Festa della Repubblica con soci, compagni e amici ci siamo rimboccati le maniche». Lunedì 1 giugno riapriva il circolo e sabato 30 maggio un gruppo di volontari del Circolo Quarto Stato  era al lavoro per risistemare gli spazi: è sembrato quasi naturale, in vista del 2 giugno, aggiungere a questi lavori anche la manutenzione dei giardini.

«Si presentavano piuttosto male. L’erba alta, le buche, deiezioni canine disseminate qua e là, i polloni dei tigli che ostruivano l’intorno delle piante. Così abbiamo tagliato il prato, eliminati i polloni dei giganteschi tigli, raccolti rifiuti vari per ridare un aspetto dignitoso a questo spazio verde. Qualcuno ha anche portato un contenitore ad hoc con sacchetti per la raccolta delle deiezioni dei cani. Altri, tra i più volonterosi, ha proposto la possibilità di mantenere in maniera continuativa la cura del luogo, naturalmente accordandosi con l’amministrazione comunale e con il ragazzo undicenne. I Giardini della Costituzione hanno un bel nome. Sono un bel posto situato nel verde e nella parte storica del nostro paese. Un bene comune da mantenere alla fruizione dei cittadini. Il 2 giugno è la Festa della Repubblica e della nostra bella Costituzione. Pulire e dare un aspetto dignitoso ai suoi giardini è stato un piccolo gesto di omaggio e riconoscenza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 Giugno 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore