“Fontana non si faccia condizionare dai diktat di Salvini, in discussione c’è la salute dei lombardi”

Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti: "L’ordinanza nasce da scelte condivise con i sindaci, sulla base di indicazioni molto perentorie degli epidemiologi"

samuele astuti

“Fontana e la Regione non facciano passi indietro e non si facciano condizionare dai diktat di Salvini. In discussione c’è la salute dei lombardi, non la percentuale di voti di un partito”. Lo dichiara il consigliere regionale del Pd Samuele Astuti dopo le indiscrezioni di stampa secondo cui la Regione Lombardia starebbe per attenuare l’ordinanza per il contenimento dei contagi da Sars-Cov-2, attesa per questa mattina, dopo la reprimenda del leader della Lega Matteo Salvini.

“L’ordinanza nasce da scelte condivise con i sindaci, sulla base di indicazioni molto perentorie degli epidemiologi ed è di questa mattina la dichiarazione allarmata del professor Antonio Pesenti, coordinatore dell’unità di crisi della Lombardia, sulla velocità di crescita dei contagi – dice Astuti -. Chi intende ascoltare Fontana? I tecnici o il capo del suo partito? Di fronte a situazioni serie occorre grande serietà. Ricordo che solo ieri a Varese i nuovi positivi erano 245 e la curva da giorni è in costante crescita”.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore