Vaccinazioni contro l’influenza: si parte a metà ottobre con le donne in gravidanza

L'assessore Gallera spiega i tempi della campagna. Ultimi a essere convocati gli ultra sessantenni sani

Vaccino anti influenzale

Tutti i medici di medicina generale e 61 comuni delle due province Varese e Como. Ats Insubria sta procedendo nell’organizzazione della campagna vaccinale contro l’influenza che, quest’anno, si preannuncia importante e, se possibile, vasta.

L’assessore al Welfare Giulio Gallera ha assicurato che Regione Lombardia avrà 2,4 milioni di dose da destinare a tutte le fasce protette ( anziani over 60, bambini tra 6 mesi e 6 anni, personale sanitario, persone immunodepresse).

Al di là del problema della sufficienza delle dosi nel caso dovesse esserci un’adesione massiccia ( di solito la percentuale di vaccinati non raggiunge il 50% degli aventi diritto mentre quest’anno si vuole superare il 75%), il problema delle sedi dove sottoporsi a iniezione rimane delicato viste le norme sanitarie in vigore a causa del Covid 19.

L’assessore Gallera afferma: «Si parte la seconda metà di ottobre, hanno già aderito 4.999 medici di famiglia e 528 Comuni hanno messo a disposizione oltre 700 spazi per supportare le operazioni. Si parte con i pazienti fragili e le donne in gravidanza. A novembre gli over 65, seguiti dagli operatori sanitari e i bambini fino al sesto anno, infine gli over 60 sani».

Nella campagna saranno in prima linea pediatri e medici di base ma solo dove saranno possibili le misure di distanziamento e di protezione. Poi ci saranno i centri vaccinali delle Asst. In supporto si stanno cercando spazi messi a disposizione dai comuni : centri civici, palestre, oratori ecc. ecc.

«Per questa campagna vaccinale – conclude l’assessore – abbiamo acquistato l’80 per cento delle dosi in più rispetto all’anno scorso. Si tratta di prodotti innovativi, ad altissima protezione per i più fragili e gli ospiti delle RSA, vaccini quadrivalenti per gli over 60 e gli operatori sanitari e dosi spray per i bambini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore