Marta Cartabia, un po’ legnanese e un po’ varesina, premier al posto di Conte?

Un nome, quello della famiglia Cartabia, particolarmente conosciuto e apprezzato tra l'Altomilanese e il Varesotto

Già presidente della Corte Costituzionale nel 2019, Marta Cartabia torna sotto la luce dei riflettori nazionali. Il suo nome infatti, in questi giorni, viene spesso citato per una eventuale successione a Giuseppe Conte. Un nome, quello della famiglia Cartabia, particolarmente conosciuto e apprezzato tra l’Altomilanese e il Varesotto.

Papà Giancarlo, di professione geometra, è stato titolare di una impresa di costruzioni edili tra le più note a Legnano, tra gli anni Settanta e Ottanta. Suo, tra l’altro, il contributo fondamentale nella parrocchia San Paolo, per realizzare i progetti della chiesa di San Giovanni e dell’asilo parrocchiale.

“Il geometra Cartabia – ricorda don Romeo Maggioni, chiamato nel 1970 a fondare la parrocchia  San Paolo– mi aiutò tantissimo nel 1975 a riprendere i lavori della chiesa, dopo un anno di blocco causato da una precedente impresa. Nella Pasqua 1976, la prima messa. Oggi, quando ricordiamo don Luigi Poretti, dobbiamo dargli il merito di aver completato la chiesa, così originale nel progetto dell’arch. Castiglioni e poi ripreso dall’ing. Amadeo”.

La chiesa rimase incompleta anche perché la parrocchia e il rione stavano crescendo come popolazione. La necessità di un asilo divenne urgente e prioritaria. Ecco così sorgere la struttura accanto alla chiesa di via Sardegna. Un progetto realizzato sempre dalla impresa Cartabia, particolarmente vicina al quartiere e alla contrada tanto che Marta, nativa di San Giorgio su Legnano, da adolescente ha sfilato al Palio come contradaiola di San Bernardino. Con il trasferimento poi della famiglia a Varese (nella foto in copertina,  mamma Teresa e papà Giancarlo), Marta ha  completato qui gli studi liceali.

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 13 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore