Milano vieta il fumo all’aperto a meno di dieci metri dalle altre persone

Il nuovo regolamento stabilito dal Consiglio comunale riguarda tuti i luoghi non isolati, dalle fermate dei mezzi pubblici ai parchi, fino ai cimiteri e alle strutture sportive, come gli stadi. Dal 2025 divieto esteso a tutte le aree pubbliche

mozzicone sigaretta

Da oggi, 19 gennaio 2021, la città di Milano bandisce il fumo di sigaretta all’aperto tranne che in luoghi isolati. Il nuovo “Regolamento per la qualità dell’aria” approvato dal Consiglio comunale, vieta di fumare nei pressi di zone frequentate: dalle fermate dei mezzi pubblici ai parchi, fino ai cimiteri e alle strutture sportive, come gli stadi.

L’introduzione del divieto garantisce però delle deroghe poiché in questi luoghi sarà proibito fumare nel raggio di 10 metri da altre persone.

Si tratta di un primo step perché poi dal 1° gennaio 2025 il divieto di fumo sarà esteso a tutte le aree pubbliche all’aperto.

Secondo quanto stabilito dal Consiglio comunale si tratta di provvedimenti che hanno un duplice obiettivo: aiutano a ridurre il PM10, ossia le particelle inquinanti nocive per i polmoni e tutelano la salute dei cittadini dal fumo attivo e passivo nei luoghi pubblici e frequentati anche dai minori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore