Palestre nei parchi di Busto Arsizio, la giunta approva il progetto

Agesp Attività Strumentali realizzerà una serie di strutture in alcuni parchi cittadini per sopperire alla chiusura di palestre e impianti sportivi

palestra a cielo aperto al parco vassallo nerviano pronta per allenarsi cava teva  2

Agesp Attività Strumentali realizzerà palestre a cielo aperto nei parchi comunali.Verranno posizionate attrezzature, servizi ed attività sportive e motorie nei parchi urbani per diffondere il Progetto Sport nei parchi promosso da Anci e Sport & Salute. Lo ha deciso la giunta nei giorni scorsi approvando il progetto da 25 mila euro promosso dalla stessa Agesp.

Il progetto nasce anche in considerazione della particolare situazione sanitaria e delle misure di contenimento adottate per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19, che hanno costretto alla chiusura palestre e centri sportivi e hanno generato una grande richiesta di spazi all’aperto per la ripresa delle attività sportive in sicurezza.

In questo contesto nasce l’interesse a realizzare forme di collaborazione istituzionale tese alla promozione dello sport, allo sviluppo e alla diffusione della pratica sportiva sui territori comunali, in modalità conforme alle regole di contrasto alla diffusione del COVID-19, attraverso l’acquisizione di candidature da parte dei Comuni interessati;

L’Amministrazione Comunale condivide pienamente i principi espressi da A.N.C.I. e Sport e Salute S.p.A. in merito alla promozione dello sport, allo sviluppo e alla diffusione della pratica sportiva sui territori comunali all’interno di questo contesto di grossa difficoltà per la chiusura degli impianti sportivi.

Tra gli interventi previsti per l’edizione 2020/2021 dal progetto “Sport nei parchi” è stata individuata la possibilità di installare nuove aree attrezzate e riqualificazione di aree attrezzate esistenti, in cofinanziamento con i Comuni.

L’intervento prevede, da un lato, la realizzazione di nuove aree attrezzate nei Comuni che ne sono sprovvisti, attraverso la dotazione di strutture fisse per lo svolgimento di attività sportiva all’aperto a corpo libero; dall’altro, la riqualificazione delle aree attrezzate già presenti nei parchi cittadini. In entrambi i casi è previsto un nuovo modello di gestione attraverso l’adozione delle aree attrezzate da parte di una ASD/SSD operante sul territorio o dal Comune stesso.

Per questi interventi di installazione di nuove attrezzature, l’importo massimo previsto è di 25.000 euro. L’importo dell’intervento sarà cofinanziato nella misura del 50% da Sport e Salute S.p.A. e del 50% dal Comune.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore