Virus e vaccini: il professor Grossi ospite degli Ordini professionali

Il professor Paolo Grossi ha spiegato come funzionano i vaccini e quali progressi si stanno ancora attuando nella lotta al virus

La ricerca sul Plasma Iperimmune a Varese

L’incontro con il professor Grossi sui vaccini antiCovid

Come funzionano i vaccini? Che copertura danno? Occorerà ripeterlo nel tempo?

Sono alcune delle risposte che il professor Paolo Grossi, primario del reparto di malattie infettive all’ospedale di Varese e docente dell’Università dell’insubria, ha dato ai partecipanti al webinar speciale voluto e organizzato da diversi ordini professionali tra cui avvocati, ingegneri, architetti per fare il punto sull’emergenza sanitaria e il progresso scientifico. 

Il professor Grossi, dopo aver introdotto la malattia e la famiglia a cui il SarsCoV2 appartiene, ha parlato dei diversi vaccini in circolazione e i risultati progressivi che si stanno ricavando, a mano a mano che la campagna vaccinale procede.

Il primario ha spiegato, inoltre, che il Cts lombardo, a cui il docente appartiene, ha inviato una richiesta al Cts nazionale per chiedere la possibilità di rinviare le vaccinazioni a quanti hanno appena sviluppato la malattia o, quantomeno, somministrare una sola dose.

Si è infine espresso circa la pericolosità dell’ambiente scolastico, soprattutto nel ciclo prescolare dove i bambini non indossano mascherine e le varianti stanno circolando ( vedi Viggiù) ma anche alle superiori, tra i ragazzi grandi che non rispettano le misure di sicurezza quando escono tutti insieme e vivono appieno la socialità: « Comprendo benissimo il loro stato d’animo, fossi in loro probabilmente farei fatica anche io, ma devono essere più responsabili e capire che sono anche loro protagonisti di questa battaglia contro il virus»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Febbraio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore