Con la zona gialla riparte anche l’arte, riaprono i musei nel Varesotto

I siti museali proprio in questi giorni stanno annunciando le iniziative che si svolgeranno compatibilmente con i protocolli di sicurezza richiesti

museo

Le riaperture permesse dalla zona gialla scatta in lombardia da lunedì 26 aprile stanno portando alla ripartenza anche dei siti museali in provincia di Varese che proprio in questi giorni stanno annunciando le iniziative che si svolgeranno compatibilmente con i protocolli di sicurezza richiesti.

Da martedì 27 aprile, ad esempio, è nuovamente aperto anche il museo Maga di Gallarate. Una parte degli spazi è accessibile su prenotazione, riprendono anche gli incontri per le scuole. E si lavora agli spazi del “Polo culturale” e alla nuova mostra sugli impressionisti.

A Vizzola Ticino nello stesso giorno anche il museo di Volandia torna in pista, con tutta l’energia e l’entusiasmo che da sempre la contraddistingue. I padiglioni del Parco e Museo del Volo a un passo da Malpensa aprono al pubblico con tante novità.

A Varese si apre, dopo tre rinvii e un mese di porte chiuse finalmente può riaprire la sala Veratti e la mostra di Samuele Arcangioli: un altro evento per la città di Varese, firmato Musea e Banca Generali Private, in collaborazione con i Musei Civici-Sala Veratti.

Nella città capoluogo riapre anche il castello di Masnago, in tempo per la chiusura della mostra “il salotto del collezionista”. Terza e ultima riapertura della mostra che raccoglie i capolavori di Francesco Hayez, Pellizza da Volpedo, Gaetano Previati, Giacomo Balla: il finissage è il 2 maggio, sabato 1 apertura straordinaria.

Sempre a Varese anche per le esposizioni FAI di Villa Panza si sta organizzando la riapertura ed è attesa la comunicazione ufficiale.

Con il passaggio in zona gialla riapre anche il mondo della cultura castiglionese: il Museo della Collegiata e i Musei di Palazzo Branda Castiglioni e MAP (Museo di Arte Plastica), leggi qui.

A Saronno sono stati riaperti i percorsi museali di Villa Gianetti. Le mostre dedicate a Giuditta Pasta e a Francesco de Rocchi sono visitabili in base alle norme previste dai Dpcm. L’ingresso è gratuito.

A Busto Arsizio è partita anche l’esposizione “Plastica per l’arte: il valore del riciclo”. Dopo i lunghi mesi di chiusura le sale delle Civiche Raccolte d’Arte di Palazzo Marliani Cicogna riaprono con una nuova mostra organizzata dall’Amministrazione comunale nell’ambito della rassegna “Uno spazio per l’arte”.

A Legnano riaprono il Museo Sutermeister e il Castello Visconteo.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore