Ogni volta che si legge insieme si parte davvero

Leggere "allarga il cervello e scalda il cuore" diceva Paolo Poli, ma per i bambini è di più: un regalo, per ricompensarli della fatica di imparare a leggere e scrivere

Generica 2020

Partiamo questa volta da Paolo Poli: “La lettura allarga il cervello e scalda il cuore”.
La lettura dei libri di piacere, cioè non legati alla didattica, è un regalo necessario per ricompensare i bambini del grande sforzo che fanno per imparare a leggere e scrivere. Qual è il premio per questo sforzo? Non può essere solo il voto o la soddisfazione legittima di genitori e insegnanti.
Fondamentale è regalare loro delle storie degli intrecci appassionanti delle illustrazioni sorprendenti.

Ogni volta che si legge insieme si parte davvero. Tutto il resto rimane fuori. Leggere ai bambini significa accompagnarli in luoghi mai visitati, immaginari alieni, oppure ripercorrere insieme strade note ma che si rivelano nuove se viste da un altra angolazione.
Sono controproducenti per la lettura le domande per verificare se hanno capito e cosa hanno capito di ciò che hanno ascoltato. Bisogna bandire sintesi e riassunti: ognuno capisce ciò che gli serve in quel momento, altrimenti non si spiegherebbe perché anche noi adulti amiamo leggere e rileggere i libri anche più volte.

Capita di sovente che suoni la campanella dell’intervallo mentre sto leggendo i libri a scuola. Ma nessuno si muove, perché i bambini stanno già vivendo il loro intervallo, cioè la sospensione tutta intellettuale rispetto alla vita di tutti i giorni.
Questo in fondo il compito della letteratura: portare altrove, per capire da dove veniamo, fare ritorno più consapevolmente, comparare le esperienze ascoltate con quelle vissute. In sostanza per capire chi si è.

di
Pubblicato il 02 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore