Varese News

Potenziamento Rho-Gallarate, il sindaco di Vanzago: «No al commissariamento dell’opera»

Lo ha detto il sindaco Guido Sangiovanni durante la commissione Potenziamento della Linea Ferroviaria Rho-Gallarate. Raccolte mille firme contro l'opera

Generica 2020

Sono 1000 le firme raccolte per dire “No” al potenziamento della linea ferroviaria Rho – Gallarate tratta Rho – Parabiago. È stato comunicato durante la commissione Potenziamento della Linea Ferroviaria Rho-Gallarate tenutasi lunedì sera 24 maggio a Vanzago, alla presenza del sindaco Guido Sangiovanni, che ha espresso la sua forte contrarietà all’ipotesi di commissariamento dell’Opera, inserita di recente nel decreto Semplificazioni.

La raccolta firme è stata organizzata da tutti i gruppi consiliari per dare un segnale forte alle istituzioni. In totale sono stati organizzati 14 banchetti e l’ultimo appuntamento organizzato per raccogliere la contrarietà generale della cittadinanza si terrà mercoledì 26 maggio al mercato di Vanzago. Poi, entro giovedì 27 maggio, tutta la documentazione accompagnata da una lettera sarà inviata al CIPE, al Ministero, alla Regione Lombardia ed anche ad RFI.

«Ci hanno sempre detto che quest’opera serviva solo per i pendolari invece nel testo presentato per l’inserimento del quarto binario per il potenziamento Rho-Gallarate nel PNRR emerge che ci sarà il passaggio di treni merci anche lunghi 750 metri – ha detto il sindaco durante la commissione -. Ci sarà anche un incremento da 10 a 24 treni all’ora che corrisponde a un +240% del traffico: una cifra esorbitante che non capiamo. Dove sono, poi, le migliorie per il collegamento Milano-Chiasso? Purtroppo il documento è stato ormai inviato, non possiamo far altro che chiedere chiarimenti».

Il 12 maggio, è stata aperta la procedura di VIA e ora si potranno presentare osservazioni entro 30 giorni, ovvero entro il 10 giugno. «Non c’è stato nessun preavviso sull’avvio della valutazione dell’impatto ambientale – afferma il primo cittadino-. È fondamentale fare osservazioni sugli aspetti dell’impatto ambientale. Da una prima valutazione riguardante l’impatto ambientale è stato previsto lo spostamento del cantiere ASO1 dalla via Lazzaretto e inserimento della Sp172Vae nel piano dei cantieri».

Il primo cittadino ha poi evidenziato che la Rho-Gallarate dall’11 marzo è tra le 28 opere ritenute prioritarie e da sbloccare (oltre alle 57 già commissariate) che secondo il Senato dovrebbero rientrare nell’elenco dei 50 lavori che potrebbero essere commissariati entro il 30 giugno del 2021: «Se questo decreto dovesse andare avanti è chiaro che quest’opera, bella o brutta che sia, non avrà che un commissario che ne deciderà le sorti. Una situazione che, da sindaco, reputo particolarmente grave. – ha concluso il sindaco -. L’opera ancora oggi presenta grosse criticità ed è estremamente devastante per il Comune di Vanzago. Se c’è un’opera che merita un confronto maggiore sul territorio è questa, e il confronto lo devono fare gli enti Istituzionali. Quest’opera non s’ha da commissariare».

Da Vanzago a Parabiago, viaggio tra gli espropriati del quarto binario

 

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 25 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore