Un team di amministratori per aiutare i piccoli comuni. Longhin: “Un’iniziativa senza casacca politica”

L'obiettivo è quello di essere un punto di riferimento per i Comuni, per metterli in rete tra di loro e tra loro e il livello istituzionale regionale

giuseppe longhin

Un “team” di amministratori, con esperienza ultradecennale negli enti locali, per dare supporto ai piccoli comuni. Questa l’iniziativa che nasce dalla Lega e nello specifico da Giuseppe Longhin, coordinatore territoriale dell’area centrale della provincia di Varese per il partito di Salvini.

«I Comuni e gli amministratori – spiega Longhin – sono troppo spesso abbandonati a loro stessi e il più delle volte, pur avendo capacità e volontà di fare bene, faticano a raggiungere gli obiettivi a causa della scarsità di strumenti a disposizione. Oppure, in altri casi, una buona idea portata avanti da un singolo Comune non viene seguita dai Comuni limitrofi, facendo quindi perdere un’occasione di sviluppo per un territorio omogeneo e più ampio».

«Questo ‘team’ – aggiunge Longhin – vuole essere un punto di riferimento per i Comuni, per metterli in rete tra di loro e tra loro e il livello istituzionale regionale. Coordinamento e comunicazione, che troppe volte mancano a scapito del territorio, senza prevaricare le amministrazioni locali. Resto dell’idea che le zone omogenee siano fondamentali per rafforzare la collaborazione tra enti, privati e parti sociali e, in attesa e nella speranza che la Provincia ne ufficializzi la partenza, questo gruppo di lavoro può iniziare a mettere le basi per una buona collaborazione. I 62 Comuni interessati sono quelli compresi nell’aria da Gazzada a Gallarate e da Tradate ad Angera. Mi auguro che altre zone della Provincia inizino questo progetto».

Longhin, artefice e ispiratore dell’iniziativa, è uno storico esponente della Lega e leghisti sono anche i suoi più stretti collaboratori. “A livello locale a contare sono le persone e gli obiettivi comuni e non il colore della casacca”. Lo spirito di questa iniziativa, che nasce nell’ambito della Lega, “vuole però andare a beneficio del territorio indipendentemente dal colore politico, motivo per cui auspichiamo che questa nuova rete possa anche coinvolgere amministrazioni di altre espressioni politiche, che si facciano avanti e siano pronte a procedere fianco a fianco. Per il bene non di un singolo partito, ma del territorio” conclude Longhin.

Il team sarà così composto:

Cristina Galimberti: ex sindaco di Buguggiate, carica ricoperta per 10 anni, attualmente consigliere comunale. Si occuperà di politiche sociali, giovanili e cultura.

Corrado Canziani: revisore dei conti, consigliere a Gallarate, consigliere provinciale delegato all’edilizia scolastica. Si occuperà di bilancio e attività produttive

Stefano Biondaro: architetto, consigliere a Mornago, tra i promotori del progetto “ecomuseo delle Piane e dei luoghi Visconteo del Varesotto”. Si occuperà di ambiente, territorio, urbanistica, PGT.

Giuseppe Longhin: ex consigliere provinciale. Si occuperà di partecipate, sport e sicurezza.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore