Estate 2021: “Aiutiamo i bambini a tornare a muoversi”

Proposte, idee e pensieri riguardo ai più piccoli, espressi durante un seminario d'alto profilo organizzato da Uisp Nazionale con oltre cento partecipanti

sport bambini

Estate 2021: come stanno i bambini? Uisp ha raccolto intorno a questa domanda il parere di pedagogisti, psicologi e dirigenti dell’associazione in un seminario nazionale interno riservato ad operatori ed educatori. La risposta è stata massiccia, con oltre cento partecipanti al webinar che si è svolto nel pomeriggio di lunedì 7 giugno, rappresentanti di una trentina di Comitati Uisp che in questi giorni stanno lanciando le attività dei Centri Estivi Multisport Uisp in tutta Italia.

L’introduzione e il coordinamento dell’incontro è stato garantito da Patrizia Alfano, vicepresidente nazionale Uisp e responsabile nazionale Dipartimento formazione e ricerca Uisp: «Benessere, felicità, gioco e movimento per i minori sono i nostri obiettivi – ha detto Alfano – sapendo che i ragazzi e le ragazze escono da un periodo difficilissimo come quello della pandemia, peraltro ancora non superato. Per questo i Centri estivi Uisp assumono quest’anno una valenza del tutto particolare. Stiamo per lanciare un Piano di formazione dei formatori, qualificato e all’altezza delle esigenze».

L’intervento del professor Marcello Lanari, pediatra del Dipartimento di Scienze Mediche e Chirurgiche dell’Università di Bologna, è partito dalle cose primarie delle quali sono stati privati i bambini in questo periodo di pandemia. Ovvero: vita all’aria aperta, socializzazione, gioco. Componenti educative fondamentali per lo sviluppo del bambino. Da una recente ricerca condotta proprio a Bologna, emergono molti problemi che gli educatori dei Centri estivi Uisp si troveranno ad affrontare, a cominciare dal cambiamento delle abitudini alimentari e dall’aumento della sedentarietà.

Per questo il primo problema sarà quello di riportare i bambini e le famiglie a stili di vita sani ed attivi. «Usciamo da un anno difficile – ha concluso Lanari – dovrete far appello a tutte le vostre competenze e il vostro ruolo di operatori ed educatori sarà strategico, anche nei confronti delle famiglie».

Loredana Barra, responsabile nazionale Uisp Politiche educative e inclusione, ha illustrato le caratteristiche e i valori dei Centri estivi multisport Uisp, invitando operatori ed educatori a farsi sempre questa domanda, non soltanto in periodo di pandemia: come stanno i bambini? Occorre prendere in esame vari aspetti e varie componenti: «Non abbiamo bisogno di bambini ubbidienti, abbiamo bisogno di bambini pensanti – ha detto – dobbiamo saper rimodulare le proposte, adattarle continuamente a ciò che richiede il contesto, dobbiamo saper essere “obliqui” come lo sono il movimento, il gioco, il divertimento».

SPECIALE UISP – Tutti gli articoli di VareseNews

di
Pubblicato il 09 Giugno 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore