Cisl a Roma coi lavoratori dello sport lasciati a casa dalla piscina di Busto Arsizio

La Felsa Cisl dei Laghi è partita alla volta della capitale per la manifestazione a sostegno della riforma dello Sport che includa anche i contratti dei lavoratori del settore: "L'esempio di Busto è lampante"

Oggi, giovedì 1 luglio, tutte le sigle sindacali che rappresentano i lavoratori dello sport sono in piazza a Roma per chiedere di non sospendere l’iter di riforma dello sport che andrebbe a regolare anche i rapporti di lavoro in questo settore.

Felsa Cisl dei Laghi sarà a Roma con gli ex collaboratori della piscina Manara di Busto Arsizio, esclusi dalla nuova gestione P.R.I.M.E / Forus, nonostante gli anni di dedizione e di lavoro presso la piscina: «Il loro caso è emblematico di quanto sia urgente la riforma dello Sport invocata: con la gestione Sport Management quasi tutti i lavoratori operanti per la gestione della piscina (bagnini, istruttori, cassiere,..) nello stabilimento di Busto Arsizio sono stati impiegati con contratti di collaborazione sportiva».

Lavoratori della Manara abbandonati. La Felsa Cisl: “Incontro con società e Comune di Busto Arsizio”

Questa forma contrattuale non da tutele né garanzie ai lavoratori che, dopo anni di servizio, con la pandemia e la conseguente chiusura dello stabilimento, si sono trovati a poter contare solo sui bonus del governo (destinati ora a terminare con la fine dell’emergenza) e ad essere esclusi dalla nuova gestione spagnola, non avendo un vincolo di lavoro con la precedente gestione.

Dichiara Alberto Trevisan di Felsa Cisl dei Laghi: «La pandemia ha mostrato l’urgenza di garantire diritti e tutele minime a tutte le forme di lavoro. Il lavoro va tutelato in ogni sua forma. Il lavoro nell’ambito sportivo non può più essere una zona franca dove chi ci opera è escluso da ogni forma di tutela e diritto. La Riforma del lavoro in ambito Sportivo va fatta subito, perché non si ripeti un caso come quello della Manara».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Luglio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore