Da Busto Arsizio alla Finlandia per suonare il clavicordo, il viaggio musicale di Gabriele Toia

Il musicista bustocco, volto noto della Nuova Busto Musica, volerà nel paese scandinavo per partecipare ad un festival tutto dedicato agli antichi strumenti a tastiera

Gabriele Toia, insegnante di pianoforte della Nuova Busto Musica, volerà in Finlandia nei prossimi giorni per esibirsi al clavicordo nell’ambito del Nordic Historic Keyboard Festival, una manifestazione molto particolare e di nicchia, dedicata interamente a strumenti a tastiera antichi come il fortepiano, il clavicembalo, l’organo barocco o, appunto, il clavicordo.

Sarà l‘unico italiano a partecipare dopo che tre anni fa vinse il concorso per composizioni orginali dedicate a questo strumento e due anni fa fu invitato ad eseguire quel componimento, sempre nell’ambito dello stesso festival.

«È un rapporto nato, appunto, tre anni fa quando decisi di partecipare più per gioco che per vincere. Sono appassionato di strumenti antichi e non posso che essere felice di poter rappresentare l’Italia e la mia Busto Arsizio nell’ambito di questo evento» – racconta Toia.

Ora è stato invitato nuovamente: «Torno volentieri in questo festival creato da Anna Maria McElwain, una delle massime divulgatrici mondiali di antichi strumenti a tastiera – prosegue Toia -. Suonerò il clavicordo, un antenato del pianoforte nel quale la percussione è affidata ad una lamina di metallo sulla corda e produce un suono simile alla chitarra o al liuto.È uno strumento molto espressivo, l’unico strumento a tastiera con cui si può fare il vibrato. Emette un suono minimale e veniva utilizzato in occasioni piuttosto raccolte e con poche persone». Il clavicordo è stat inventato in ambito europeo nel medioevo. Se ne trovano tracce dal 1300.

Toia ha una grande esperienza e ha studiato pianoforte con Fausta Bottini Bossi, diplomandosi presso il Conservatorio G. Verdi di Milano, composizione con Alessandro Solbiati e tastiere storiche sotto la guida di Emilia Fadini. Si è perfezionato in clavicordo con Bernard Brauchli e Christopher Hogwood, in clavicembalo con Davitt Moroney e in organo barocco con Lorenzo Ghielmi e Paolo Crivellaro. Si è in seguito dedicato alla musica jazz e all’improvvisazione. Ha suonato in numerosi festival internazionali quali la Primavera Concertistica di Lugano (CH), International Centre for Clavichord Studies e Festival di Musica Antica a Magnano, al Festival Cusiano di Musica Antica, Piano City Milano, al Piano Duo Festival e al Geelvinck Fortepiano Festival (Paesi Bassi), The Nordic Historical Keyboard Festival (Finlandia), lavorando inoltre con le orchestre “basel sinfonietta”,“Il Suonar Parlante” e l’Orchestra Sinfonica Giuseppe Verdi di Milano. Ha collaborato con il Piccolo Teatro di Milano (Giorgio Strehler e Oriella Dorella), con Franco Branciaroli e con i poeti Milo De Angelis, Franco Buffoni e Vivian Lamarque.

Sue composizioni sono state eseguite in Italia, Grecia, Svizzera, Romania, Germania, Paesi Bassi, Finlandia, U.S.A., Messico, Nuova Zelanda, Australia, Cina, Hong Kong e Taiwan. Ha ottenuto diversi riconoscimenti in concorsi internazionali di composizione quali il Città di Albenga, il Vox Novus di New York e il primo premio all’International Clavichord Composition Competition (Finlandia).

Suoi brani sono publicati dalla casa editrice Simon Verlag di Berlino e incisi per le etichette discografiche Wirripang (Australia) e Da Vinci Classics (Giappone). Ha inciso per Ducale, La Bottega Discantica, MDS Records Zürich e Da Vinci Records. Sue esecuzioni, composizioni ed interviste sono state trasmesse da Rai Radio 3 e FD5, Radio Classica, Radio Rumantsch, Schweizer Radio DRS 2 , RSI Rete Due e WFMT Chicago (U.S.A.).

I CONCERTI PER IL NORDIC HISTORICAL KEYBOARD FESTIVAL 2021

10 settembre ore 17.00
Sala della musica da camera del Centro Musicale di Kuopio
Concerto di clavicordo e clavicembalo suddiviso in due mini recital dai programmi estremamente diversi.
La prima metà si intitola “Il giovane Ludwig e i suoi maestri” ed è dedicata alle composizioni di alcuni degli insegnanti di Beethoven quali Neefe, Haydn e Albrechtsberger. Saranno presentate anche due composizioni giovanili di Beethoven raramente eseguite.

La seconda metà si intitola “Il clavicordo nella modernità” e presenta un repertorio non espressamente scritto per il clavicordo ma che si adatta magnificamente a questo strumento insospettabilmente versatile ed espressivo.
Verranno eseguiti brani di Piazzolla (in occasione del centesimo della nascita), Sakamoto, del compositore e pianista jazz milanese Michele Franzini, e degli storici pianisti jazz Bill Evans, Bud Powell, Thelonious Monk e Keith Jarrett, oltre che a improvvisazioni dello stesso Toia.

Il 12 settembre, inoltre, suonerà nella chiesa di S. Giovanni a Kuopio un concerto d’organo barocco.
Il titolo è Italia 700 e prevede un repertorio italiano barocco con l’esecuzione di brani di Zipoli, Marcello, Galuppi, Pergolesi, Vivaldi, Sammartini, Pescetti e Porpora.

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 26 Agosto 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore