La Pro Patria lotta, soffre e finalmente esulta: superata la JuventusU23 1-0

Primi punti in campionato per i tigrotti. Decide un gol di Bertoni nel primo tempo, poco prima il portiere Caprile ipnotizza Aké dagli 11 metri

Pro Patria - Juventus U23 (12.9.21)

Primo urlo di gioia per la Pro Patria che finalmente può esultare per la prima vittoria in campionato. Nella terza partita del Campionato di Serie C i tigrotti superano allo Speroni 1-0 un’agguerrita JuventusU23, che fino all’ultimo secondo ha provato l’arrembaggio per portare tornare a casa da Busto con almeno un pareggio.

In una partita combattuta metro su metro a decidere è il gol di Bertoni nel al 28′ del primo tempo: sugli sviluppi di un calcio d’angolo il centrocampista sbuca dopo una pizzicata di Boffelli e trafigge il portiere juventino Isreal con un bellissimo destro al volo. In risalto anche l’estremo difensore bianco-blu Caprile, che all’14esimo ha saputo riscattare una brutta uscita in ritardo, costata un rigore, su Sekulov. Dagli undici metri il portiere ipnotizza Aké per poi compiere nel secondo tempo un paio di belle parate a discapito di un Soulé entrato nella ripresa molto ispirato.

Primo Tempo 

La Juventus di Zauli prova a fare una partita da tanto possesso palla e fraseggio ma è la Pro Patria ad essere più pericolosa, brava a ripartire e superare un buon pressing juventino anche grazie alle galoppate di Pierozzi sulla sinistra. Proprio l’esterno al 9′ sbuca in area, impatta un bel cross dalla destra e si divora una palla-gol con un piattone a tu per tu contro Isreal sparato abbondantemente sopra la traversa.

Tre minuti dopo la sliding-door del match è il già citato rigore fallito da Aké. Il “miracolo” di Caprile dà la carica alla Pro Patria e la squadra sfiora il vantaggio al 18′ quando Stanzani allunga per Castelli, allargatosi sulla fascia, che la rimette in mezzo: il numero 7 colpisce il palo dove si stampa il pallone. L’azione sarà il preludio del gol di Bertoni 10 minuti più tardi.

Sotto a metà primo tempo, la Juventus prova a rimettersi in corsa in maniera frenetica attraverso i suoi giocatori più vispi, Aké su tutti, e impegna Caprile a primo tempo scaduto su un bel tiro al volo di Leone, bravo a coordinarsi dopo una ciabattata di Azolin.

Secondo tempo

La ripresa vede i primi cinque minuti a larghi tratti bianconeri, murati dalla rocciosa difesa dei tigrotti, schierati a tre dietro come visto anche in questo inizio di stagione e nella scorsa. La Juventus insiste sulla fascia destra provando a giocare 1vs1 contro Colombo, ma l’esperienza del capitano sopperisce alle energie più fresche degli juventini.

Le occasioni per gli avversari dei tigrotti sono infatti poche e quel punto Zauli prova il tutto per tutto inserendo i talentuosi Miretti, Ntenda e Soulé e infine lo “spauracchio” Brighenti, già in gol questa stagione. La Pro Pro Patria risponde sostituendo la coppia d’attacco – tanto sacrifico e lavoro sporco per loro oggi – con Parker e Piu, atterrato in area al 87esimo (al replay l’impressione è quella che un po’ si lasci cadere) suscitando una forte contestazione dagli spalti dello Speroni “caldissimo” (485 gli spettatori).

Nel frattempo il numero dieci bianconero Soulé aveva impensierito Caprile sfoderando un velenoso diagonale da dentro l’area ma nulla più. Al quarto minuto di recupero all’arrembaggio juventino si unisce anche il portiere Israel ma per questa sera la saracinesca biancoblu rimane abbassata per il primo clean sheet stagionale. Vince la Pro Patria 1-0 e lo fa con tanto cuore e carattere, qualità che sembravano scomparse sabato scorso contro Trento.

AURORA PRO PATRIA 1919– JUVENTUS F.C. U23       1 – 0    (1 – 0)

Marcatori: 28′ p.t. Bertoni (PPA).

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Caprile; 5 Molinari, 4 Saporetti, 13 Boffelli; 21 Colombo (41′ s.t. 15 Pizzul), 10 Nicco, 14 Bertoni (36′ s.t. 16 Fietta), 3 Galli (17′ s.t. 25 Ferri), 11 Pierozzi; 7 Stanzani (17′ s.t. 9 Parker), 30 Castelli (41′ s.t. 27 Piu).

A disposizione: 12 Mangano, 2 Vaghi, 6 Sportelli, 8 Brignoli, 23 Ghioldi, 24 Giardino,  26 Zeroli. All. Prina.

JUVENTUS F.C. U23 (4-3-3): 1 Israel; 2 Leo, 5 De Winter, 3 Stramaccioni, 6 Anzolin (15′ s.t. 18 Ntenda); 16 Sersanti (30′ s.t. 19 Palumbo), 8 Leone (15′ s.t. 21 Miretti), 17 Zuelli (36′ s.t. 11 Brighenti); 23 Akè, 31 Pecorino, 7 Sekulov (15′ s.t. Soulè).

A disposizione: 12 Garofani, 22 Raina, 4 Riccio, 14 Compagnon, 27 Cudrig. All. Zauli.

ARBITRO: Francesco Burlando di Genova (Marat Ivanavich Fiore della Sezione di Genova e Matteo Nigri della Sezione di Trieste. Quarto Ufficiale Davide Santarossa della Sezione di Pordenone).

Angoli: 6 – 8.  

Recupero: 1′ p.t. – 4′ s.t.

Ammoniti: Caprile, Bertoni, Colombo, Boffelli (PPA); Pecorino, De Winter, Sersanti (JUV).

 

Prina si gode la prima vittoria biancoblu: “Contro la Juve perfetti dal primo all’ultimo minuto”

Clicca qui la live

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Settembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore