Antinfluenzale e anticovid: doppia puntura per gli over 80 che si presentano nei centri vaccinali

L'offerta vale anche per tutti gli over60 che si presentano per la prima dose di antiCovid. Dal 17 ottobre saranno i medici di base a convocare i propri assistiti per il vaccino contro l'influenza mentre dal 20 le farmacie potranno somministrare Moderna

ASST Sette Laghi: vaccinazioni agli over 80

Ha preso il via oggi, la campagna antinfluenzale che si somma a quella del vaccino anticovid. Un’offerta che riguarda gli over80, per i quali è possibile prenotare la terza dose “booster” se sono trascorsi 180 giorni dal secondo richiamo, e gli over60 che si presentano ai centri per la prima dose di anticovid. Lo stesso doppio vaccino è possibile anche per le categorie immunocompromesse alle quali è offerta la terza dose per completare il ciclo.
Per ricevere la vaccinazione anticovid resta valido il canale di prenotazione sulla piattaforma di Regione Lombardia, oltre all’accesso diretto riservato al personale della scuola e agli over 60.

https://prenotazionevaccinicovid.regione.lombardia.it/

Dal 17 ottobre, tutti i medici di medicina generale riceveranno i vaccini contro l’influenza e potranno convocare anche i propri assistiti tra i 60 e i 79 anni, oltre a quelli definiti fragili per le patologie indicate dal Ministero o che ricoprono incarichi lavorativi particolari. Nel dettaglio, Ats Insubria non ha ancora un piano preciso delle sedi dove verranno effettuate le vaccinazioni: « Rispetto allo scorso anno, quando il pericolo del contagio era molto più elevato – ha spiegato la dottoressa Maria Cristina della Rosa Direttore Dipartimento Cure Primarie – ora si ha meno necessità di predisporre percorsi differenziati e isolati. I medici potranno scegliere di accogliere nel proprio studio oppure in una sede predisposta d’intesa con le autorità comunali oppure prestando la propria opera negli hub vaccinali». 

Dal 27 ottobre, potranno prenotarsi sul portale di Poste tutti coloro a cui è riconosciuta gratuitamente la vaccinazione antinfluenzale.

Mentre sul territorio dell’ASST Valle Olona i centri rimangono attivi a Malpensafiere a Busto Arsizio, nell’ex palestra Pizzigoni a Saronno e all’ospedale di Gallarate, nel territorio dell’Asst Sette Laghi, la chiusura dell’hub di Schiranna il 17 ottobre porterà a una riorganizzazione del servizio. Una parte verrà spostata nel padiglione centrale dell’ospedale di Varese che metterà a disposizione 8 linee vaccinali a cui si aggiungeranno le linee negli ospedali di Angera e Tradate oltre agli hub di Rancio Valcuvia e Arcisate. 

A completare l’offerta di vaccini anticovid rientreranno anche le farmacie aderenti ( non c’è ancora un elenco preciso) che effettueranno le dosi di Moderna a partire dal 20 ottobre. Le prenotazioni saranno dirette chiamando la farmacia di riferimento.

di
Pubblicato il 07 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore