Docenti di matematica introvabili in tutta Italia. E mancano anche i proff di religione

I concorsi riservati svolti nei mesi passati non sono stati sufficienti a soddisfare la domanda. Pochi i candidati che hanno superato l'esame. In difficoltà anche la Curia

scuola professori insegnanti apertura

Interpello nazionale per scienze e tecnologie, interpello per fisica, interpello per matematica. 

È trasversale in tutta Italia la carenza di docenti per alcune materie. I concorsi riservati che si sono svolti nei mesi scorsi non sono serviti a risolvere il problema della graduatorie esaurite. In provincia di Varese, per esempio, l’ultima prova ha visto la promozione di soli 7 docenti di matematica. Un numero ben al di sotto delle richieste.

Sui portali degli uffici scolastici lombardi, ma anche di altre regioni, sono numerosi gli interpelli con richieste di docenti, sia dal ciclo primario ( le medie) sia dalla superiori.

« Difficoltà ci sono state e qualche criticità c’è ancora – spiega la dirigente del liceo Crespi di Busto Arsizio Cristina Boracchi, referente anche dell’ambito 35 – i concorsi sono stati selettivi e questo è un bene, perché in classe occorre professionalità e preparazione. Purtroppo, non c’è un numero adeguato di concorsi e scontiamo il fatto che tutte le graduatorie sono state esaurite. Nel giro del prossimo triennio, inoltre, ci sarà un profondo ricambio generazionale con molti docenti che andranno in pensione, che sia quota 100 o meno. L’ingresso di nuovo personale dovrà mantenere un livello qualitativo che oggi le scuole assicurano, insegnanti con tanta esperienza e capacità. Quindi ben venga la selezione ma si aumentino gli esami per ripopolare le graduatorie».

In classe, attualmente, stanno entrando docenti giovani, spesso studenti universitari che hanno inviato il proprio curriculum: « Ho risolto la carenza di un docente di matematica chiamando un ex alunno del Crespi .- spiega la dirigente Boracchi – Ma non è semplice trovarli, perché sono ragazzi in formazione e hanno bisogno di tempo per studiare. I nostri incarichi spesso sono a 21 ore settimanali».

Ha fatto ricorso alle “MAD” ( messe a disposizione) anche il dirigente del liceo Cairoli di Varese e referente dell’ambito 34 Salvatore Consolo: « Io ho tutti i docenti, ma ho chiamato personalmente un’ex alunna per la cattedra di latino e greco. Il problema è legato anche alle convocazioni per il sostegno, dove c’è sempre bisogno di docenti e le graduatorie mirate non coprono il fabbisogno. Così si attinge dalle altre che vanno assottigliandosi. La carenza di docenti riguarda anche la Curia. Al Cairoli, per esempio, manca un docente di religione. Sono in grossa difficoltà perchè non trovano professori. So che stanno facendo dei colloqui e hanno chiesto a noi dirigenti di segnalare qualche nominativo».

A complicare ulteriormente le cose c’è il tema del green pass: la percentuale di docenti coinvolti è esigua, ma chi non può entrare a scuola, lascia comunque una cattedra scoperta. 

di alessandra.toni@varesenews.it
Pubblicato il 27 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore