Turno infrasettimanale per la Pro Patria a Lagnago, Prina: “Avversari feriti sempre pericolosi”

Mercoledì 20 ottobre la decima di campionato. I tigrotti vogliono dare continuità alle ultime prestazioni difensive sul campo di un Legnago che arriva da una brutta sconfitta ma con un Buric in ottima forma

Pro Patria - Virtus Verona 1 -0 (3.10.2021)

Archiviato il ritorno di Javorcic allo Speroni, nel turno infrasettimanale di domani, mercoledì 20 ottobre, la Pro Patria è subito chiamata a voltare pagina, con l’obiettivo di ottenere i tre punti in Veneto, sul campo della Salus Legnago.

«La partita di domani sarà molto più difficile e complicata di quella di contro il Sudtirol (squadra seconda in classifica ma con una partita in meno) – ha commentato il mister Luca Prina nella conferenza stampa prepartita -. In questa categoria è impensabile non aspettarsi una reazione da un’ottima squadra, toccata nell’orgoglio, come il Legnago».

Gli avversari dei tigrotti nella decima del Girone A di Serie C arrivano infatti da un pesantissimo 5 a 1 incassato sul Lago di Como che ha frenato la buona rincorsa della squadra di mister Colella dopo le due vittorie contro Pergolettese e Giana Erminio. Situazione quasi opposto a quella della Pro Patria, che nelle ultime tre partite ha incassato un solo gol, merito anche del rientro nelle retrovie dei suoi principali interpreti Saporetti-Boffelli e Molinari.

«Purtroppo nel calcio non viene valutato il lavoro quotidiano – ha commentato Prina alla vigilia del match, riferendosi al trend positivo registrato dalla squadra -. Nella costruzione di una casa si incomincia dalle fondamenta e la casa si vede mattone dopo mattone ma sappiamo tutti che nel calcio si bypassano queste considerazioni. Adesso il nostro obiettivo è quello di proseguire un lavoro che ha iniziato a dare una piccola luce».

Dall’infermeria arrivano buona notizia, finalmente svuotata con dunque la possibilità per Prina di avere a disposizione la rosa praticamente al completo, con il rientro tutto in una volta di tutto in una volta di Parker, Castelli e Banfi, scontata la squalifica di due turni (bisognerà vedere chi dal primo minuto). Anche se è più corretto dire rosa “quasi” al completo: non sarà infatti della partita Nicco, il numero 10 dei tigrotti, che salterà la partita per squalifica dopo il giallo rimediato domenica contro l’Altoadige; un elemento chiave nello scacchiere di Prina, per lui finora 8 da titolare su 8.

«Ad oggi ci sono mancati degli interpreti molto importanti, delle risorse che sono mancate nel lavoro quotidiano come forse a nessun’altra squadra della categoria – sottolinea Prina -. Quello che è successo con i nostri attaccanti è davvero penalizzante e capita davvero poco nel calcio».

Secondo l’allenatore dei tigrotti la sfida di domani sarà dunque “un appuntamento chiave” nel percorso dei tigrotti, per dimostrare che i progressi delle ultime partite “non sono un fuoco di paglia”, ma il marchio che la squadra sta assumendo.

Allo stadio Sandrini la concentrazione dovrà essere quindi quella delle ultime uscite, con particolare attenzione al croato Buric, attaccante in ottima forma, con già quattro reti messe a segno nelle cinque da titolare e dotato di un ottimo destro come confermato dalla punizione concretizzata domenica a Salò.

«La storia della Serie C insegna che non c’è avversario peggiore da incontrare di chi arriva da una partita negativa – conclude Prina giocando anche questa volta a carte coperte su un possibile turnover -. In questa categoria ci sono difficoltà nel dare continuità di prestazione, quando si gioca tre volte a settimana l’approccio non è sempre positivo. Noi arriviamo da una partita eccellente in cui tuttavia abbiamo speso tantissimo e la rosa non mi permette di gestire pienamente tre partite alla settimana. Per questo chi sarà chiamato dovrà mettere una concentrazione altissima contro una squadra al nostro livello (9 i punti della Pro Patria, 8 quelli del Lagnao – specifica il mister – soprattutto fuoricasa dobbiamo migliorare le performance, sappiamo che possiamo e dare qualcosa in più».

LA CLASSIFICA – Padova 22; Sudtirol 18*; FeralpiSalò e Renate 17; Lecco e AlbinoLeffe 16; Pro Vercelli 15; JuventusU23, Trento e Triestina 12; Mantova, Seregno, Giana e PRO PATRIA 9; Piacenza, Legnago, Pergolettese e Fiorenzuola 8, Virtus Verona e Pro Sesto 6.

GLI ARBITRI – Sarà Alberto Ruben Arena della Sezione di Torre del Greco ad arbitrare Legnago – Pro Patria, in programma per Mercoledì 20 Ottobre alle ore 18.00 presso lo Stadio “Sandrini” di Legnago. A completare la terna, gli assistenti Ciro Di Maio della Sezione di Molfetta e Roberto Allocco della Sezione di Bra. Quarto Ufficiale Enrico Cappai della Sezione di Cagliari.

DIRETTAVN – Il racconto della partita è già iniziato sul nostro liveblog (GUARDA QUI). Potrete seguire il nostro live commentando in tempo reale e interagendo con l’hashtag #DirettaVn sui social.

di
Pubblicato il 19 Ottobre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore