Al via “Qui cresce il futuro” al Pirellone, la Lombardia si confronta sullo sviluppo sostenibile

Raffaele Cattaneo e Letizia Moratti hanno aperto oggi all'auditorium "Testori" il forum che durerà tre giorni

letizia moratti regione lombardia

Hanno preso il via oggi, giovedì 25 novembre, all’auditorium “Testori” di Palazzo Lombardia, i lavori di “Qui cresce il futuro”, forum di tre giorni della Regione Lombardia dedicata allo sviluppo sostenibile.

ASSESSORE RAFFAELE CATTANEO

Padrone di casa l’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo che ha spiegato come: «nel titolo “Qui cresce il futuro” ci sia il primo obiettivo di questo appuntamento, ovvero incamminarci sulla strada dello sviluppo sostenibile».

«Ma anche – ha aggiunto – fare vedere che in Lombardia ci sono già molte iniziative messe in campo dai tanti soggetti che animano la nostra società e che dimostrano che credere nella sostenibilità evidenziando che non solo è possibile, ma anche conveniente. Chi lo ha fatto sta avendo successo anche dal punto di vista economico. E sta contribuendo a costruire un modello più equo anche dal punto di vista sociale».

«Regione Lombardia – ha proseguito Cattaneo – è la regione leader, la locomotiva dello sviluppo del Paese nel modello tradizionale. Se vorremo continuare a esserlo anche tra 20/30 anni è necessario imboccare subito la via della sostenibilità, ciò deve avvenire con l’equilibrio che questa decisione richiede per non lasciare nessuno indietro».

VICEPRESIDENTE LETIZIA MORATTI

All’apertura dell’incontro è intervenuta anche la vicepresidente e assessore al Welfare Letizia Moratti: «Sostenibilità non significa solo ambiente, ma implica il coinvolgimento sempre più di temi diversi. Temi evidenziati nell’agenda 2030 dell’Onu sullo sviluppo sostenibile. Quella che abbiamo di fronte è una grande sfida – ha detto Letizia Moratti – e dobbiamo pensare allo sviluppo sostenibile in una visione sistemica, che tenga conto, insieme, dello sviluppo ambientale, sociale ed economico. Ambiti diversi ma che devono trovare sintesi in un modo nuovo di pensare, in un modello sociale ed economico innovativo».

«Al centro di esso debbono esserci le persone, in particolare i giovani che diventano quindi destinatari di politiche che mettano in condizioni di benessere le prossime generazioni».

«Un modello sociale, dunque – ha proseguito l’assessore al Welfare di Regione Lombardia – inteso come lotta alla povertà. Ma anche occupazione, politiche che consentano la crescita, capacità di fare ricerca, di innovare. Nuove tecnologie che ci portino a una crescita che guardi, ad esempio, alle nuove energie pulite».

COME PARTECIPARE
Le sessioni si stanno svolgendo in modalità mista, in presenza nel rispetto dei protocolli di sicurezza e iscrivendosi alla pagina https://www.svilupposostenibile.regione.lombardia.it/it/forum-sviluppo-sostenibile/forum-2021 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 Novembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore