La Pallamano Cassano Magnago accoglie la capolista per l’ultimo match in casa della stagione

Fischio d'inizio alle 16 al palazzetto Tacca di Cassano Magnago contro i pugliesi di Fasano. Kolec: "Il mantra è vincere per dimostrare a te stesso che vali”

4/12/2021 Junior Fasano vs Cassano Magnago - foto di Leonardo Vinci

Sabato 23 aprile sarà l’ultimo match in casa della stagione per la pallamano Cassano Magnago: tra le mura amiche del palazzetto Tacca sfideranno la capolista Junior Fasano(Foto di Leonardo Vinci)

Fischio d’inizio alle 16.00. Dopo il break pasquale e la salvezza ottenuta matematicamente con il pareggio contro Albatro a inizio mese (il match si è concluso 23-23), agli amaranto restano due partite da giocare prima della fine di questa intensa stagione, non priva di preoccupazioni e di momenti di felicità per i cassanesi: due incontri, quello di domani contro Fasano e quello di sabato prossimo contro i diavoli di Alperia Merano, che Cassano Magnago potrà affrontare con tranquillità per le sorti della classifica, mossa solo dalla passione del gioco e dalla voglia di chiudere il girone di ritorno al massimo della forma.

Coach Davide Kolec è più che consapevole della difficoltà dell’appuntamento di domani: “Giochiamo contro la prima in classifica a parimerito con il Conversano che quest’anno ha fatto un campionato eccezionale: una squadra tosta, fisica e aggressiva che sicuramente arriverà al Tacca sicuramente molto motivata perché deve prepararsi per il rush finale dei play-off”.
Per questo motivo se l’approccio dei cassanesi non sarà giusto, “sicuramente potrebbe mettersi molto male per noi; credo e spero che tutti noi siamo consapevoli che una partita del genere va affrontata al massimo delle forze e al massimo della motivazione anche se abbiamo già raggiunto il nostro obiettivo con la permanenza in A1. Queste partite si giocano per il proprio ego e dal mio punto di vista si giocano per dimostrare a tutto il panorama pallamanistico e a noi stessi che siamo all’altezza delle formazioni migliori e che anche noi possiamo dire la nostra. Quest’anno – a parte Pressano che non reputo una squadra costruita per vincere e che ha fatto un campionato pazzesco – noi non siamo mai riusciti a vincere contro le prime in classifica, e quindi credo sarebbe una bella soddisfazione vincere una partita del genere contro una squadra di questo livello, perché ti darebbe la conferma che c’è stata una crescita e darebbe un ulteriore stimolo per l’anno prossimo”.

LE “ALTRE” DEL CASSANO

Nel frattempo le ragazze dell’A1 dovranno pensare ai play-out: alle amaranto non è basta la vittoria di sabato 16 aprile (31-27) a spese del Mezzocorona, perché il 29-20 con cui Padova ha battuto le Guerriere Malo ne ha allontanato in maniera irrecuperabile la salvezza diretta dalle ragazze di Salvatore Onelli (Padova ora ha 21 punti in classifica, due posizioni davanti a Cassano Magnago, che ora ne ha 18).

Le cassanesi devono recuperare giovedì 28 aprile la trasferta contro Erice, che ha 20 punti in classifica: saranno 60 minuti che peseranno soprattutto per le trapanesi, ora scivolate in zona play-out a -1 da Padova. Le semifinali dei play-out si giocheranno fra il 4, 7 e 8 maggio. La finale, che mette di fronte le due squadre sconfitte in semifinale, è in programma tra l’11, il 15 e il 17 maggio.

Domenica due appuntamenti per le altre categorie: alle 17 ci sarà il match della squadra di A2 maschile contro Arcobaleno, mentre alle 17.30 il Cassano Magnago in serie B maschile sarà in trasferta a Vigevano.

CASSANO MAGNAGO VS JUNIOR FASANO

La squadra pugliese ha uno degli attacchi migliori del campionato (vantano 634 gol effettuati) e una delle difese più impenetrabili (con 521 gol è terza dopo Pressano e Conversano). Il migliore marcatore bianco-blu è Albin Jarlstam, che con 118 gol è il quarto tra i 20 top scorer del campionato, dominato dall’incontrastabile Federico Mazza con 166 reti.

Cassano Magnago e Fasano non si incontrano dallo scorso 4 dicembre, quando i pugliesi sconfissero i lombardi (al tempo sguarniti di Bozidar Nikocevic e Sasa Milanovic) con uno stacco di 7 lunghezze. 

Da allora di mesi ne sono passati, Cassano ha recuperato Milanovic e inserito nel proprio roster Nikola Jezdimirovic; la squadra lombarda è cresciuta e non è più quella del girone di andata, è sicuramente più oliata e capace di mettere in difficoltà chiunque, anche le avversarie della “parte alta della classifica”, per di più se si gioca tra le mura di casa, da sempre fonte di sicurezza per i cassanesi.

Entrambi i team scenderanno in campo dopo il break pasquale e i pareggi ottenuti con Raimond Sassari (24-24) e Albatro (23-23) ancora più desiderosi di non lasciare nulla di intentato e di tornare a casa solo con una vittoria netta: Fasano ha bisogno di due punti per staccare Comversano e non condividere il primo posto, mentre Cassano Magnago potrebbe raggiungere Bolzano e staccare ancora di più Trieste, inchiodata in zona play-out.

LA VENTIQUATTRESIMA GIORNATA

La terzultima giornata del campionato di serie A1 Beretta inizia alle 16.30 con il match al pala Santoru Sassari-Bozen. Triplo appuntamento alle 18: si sfideranno Carpi e Trieste entrambe in zona play-out, una vera e propria partita “della salvezza” per i giuliani alabardati che sono quintultimi in classifica; una sfida decisiva sarà inoltre quella tra Rubiera e Pressano (per i primi è importante raccogliere punti per rafforzarsi in vista dei play-out, per Pressano invece saranno decisivi per entrare di prepotenza nei play-off); match interessante anche quello tra Conversano ed Eppan, agli opposti della classifica.

Si finisce alle 19 con il match dal sapore di play-off Brixen-Merano. Turno di riposo per Teamnetwork Albatro.

La classifica aggiornata della serie A1 Beretta: Fasano (36), Conversano (36), Sassari (32), Brixen (32), Pressano (27), Alperia Merano (22), Bolzano (22), CASSANO MAGNAGO (20), Trieste (17), Sparer Eppan (13), Carpi (9), Secchia Rubiera (7), Teamnetwork Albatro (3)

di nicole.erbetti@gmail.com
Pubblicato il 22 Aprile 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore