Per milanisti e interisti una domenica al cardiopalma: non ci sarà maxischermo, rivincita dei pub per finale di campionato

In settimana tra i tifosi milanisti si è sperato a più riprese in un maxischermo per la visione collettiva della partita che per loro si disputa fuoricasa. Piazza Duomo era il luogo più agognato nel passaparola ma l’ipotesi non è parsa praticabile

milan inter

L’ultima domenica del campionato di Serie A di Calcio è più tesa che mai con le due squadre di MIlano che si giocano lo scudetto su campi diversi: l’Inter scenderà in campo alle 18 contro la Sampdoria allo stadio San Siro di Milano, il Milan lo farà alla stessa ora al “Mapei Stadium” di Reggio Emilia contro il Sassuolo.

Una domenica al cardiopalma che vede una rosa di possibilità che di sicuro sorride ai rossoneri ma che di fatto lascia aperta ogni possibilità.

Il Milan, infatti, ha 83 punti in classifica e gli sarebbe sufficiente un pareggio per aggiudicarsi la coppa (la squadra infatti vincerebbe anche a parità di punti). L’Inter di punti ne ha 81 e per vincere il campionato non solo deve vincere in campo ma anche sperare nella contemporanea disfatta dei rossoneri.

Il Milan, infatti, ha 83 punti in classifica e per i rossoneri sarebbe sufficiente un pareggio per aggiudicarsi il 19esimo tricolore, grazie al vantaggio negli scontri diretti coi rivali nerazzurri. L’Inter di punti ne ha 81 e per vincere il campionato non solo deve vincere in campo, ma anche sperare nella contemporanea disfatta dei rossoneri.

In settimana tra i tifosi milanisti si è sperato a più riprese in un maxischermo per la visione collettiva della partita che per loro si disputa fuoricasa. Piazza Duomo era il luogo più agognato nel passaparola ma l’ipotesi non è parsa praticabile.

A due giorni dal match il sindaco Beppe Sala ha spiegato l’impossibilità materiale vista l’occupazione della piazza da parte dell’organizzazione del concerto di RadioItalia. Ci ha pensato il Presidente lombardo Attilio Fontana ad offrire il piazzale di Palazzo Lombardia per ospitare la proiezione ma anche in questo caso l’ipotesi non è andata in porto, con conseguente strascico di polemiche. Al centro ci sono comunque molte difficoltà che riguardano l’ordine pubblico.

Ora, salvo sorprese dell’ultima ora, il campo da gioco (aldilà di quello ufficiale dello stadio) si sposterà soprattutto nei pub già presi d’assalto dalle prenotazioni dei tifosi, anche se sono in molti a non rinunciare scaramanticamente alle postazioni dove hanno seguito le ultime partite vittoriose. Poi ci sarà la festa, rossonera o nerazzurra lo scopriremo tra poche, soffertissime, ore.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 Maggio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore