Varese News

Al Torno di Castano Primo la poesia romantica come antidoto all’incertezza e al disorientamento

Nei giorni scorsi l'istituto Torno ha ospitato una conferenza "a distanza" dedicata a "Il Romanticismo europeo: percorsi poetici ed esistenziali"

conferenza romanticismo torno castano primo

La poesia romantica come antidoto all’incertezza e al disorientamento all’Istituto Torno di Castano Primo. Nei giorni scorsi la scuola ha infatti ospitato una conferenza “a distanza” dedicata a “Il Romanticismo europeo: percorsi poetici ed esistenziali” per la classi quarte promosso dalla docente di lingua tedesca Paola Cappelli, sfruttando una delle eredità della pandemia, ovvero la possibilità di utilizzare le piattaforme impiegate in questi anni per la didattica digitale integrata per incontrare virtualmente esperti che altrimenti risulterebbero difficili da raggiungere.

Relatore della conferenza Giacomo Meingati, giornalista e scrittore che da diversi anni coniuga il suo interesse per la psicologia con l’impegno umanitario e la passione per la letteratura. Dopo aver collaborato con la onlus Italia Solidale come responsabile delle collaborazioni umanitarie nel Kenya del Sud, Meingati nel 2016 ha pubblicato il libro “Un lungo cammino per ritornare a casa”, il grido di speranza di un giovane del nostro tempo, ancora capace, pur in tempi di crisi e sconvolgimenti, di concepire sogni di pace, amore e libertà.

«Nel corso di due ore intensamente partecipate e dense di spunti di riflessione, agli studenti del Torno è stata proposta una selezione di testi originali di autori particolarmente significativi del Romanticismo tedesco, inglese e francese – spiega la scuola -. L’analisi di Meingati si proponeva di evidenziare l’importanza dei Romanticismi europei per i contesti e l’epoca storica nei quali sono maturati nonché la preziosa eredità che, da un punto di vista artistico, culturale e soprattutto umano, il movimento sviluppatosi a partire dalla fine del ‘700 ha lasciato alla contemporaneità. In una realtà sempre più incerta e complessa, qual è quella in cui tutti noi siamo quotidianamente immersi, la poesia romantica è davvero in grado di rappresentare la luce del faro, capace di orientarci e guidarci lungo i sentieri accidentati e tortuosi della contemporaneità. Si è dunque parlato di Novalis, Keats e Baudelaire, dei loro percorsi poetici ed esistenziali, ma per arrivare a noi, alle difficoltà che stiamo attraversando e agli antidoti da usare per superarle».

di info@legnanonews.com
Pubblicato il 14 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore