MV Agusta al GP di Valencia con tre moto: spezzerà la serie negativa?

Nell'ultima tappa del motomondiale l'esordiente Escrig affiancherà Ramirez e Corsi: l'italiano all'ultima gara in carriera. MotoGP: grande attesa per Pecco Bagnaia e la Ducati

simone corsi mv

Il circuito di Valencia è stato il miglior alleato di MV Agusta nelle ultime tre stagioni, ovvero da quando la casa della Schiranna ha fatto il suo ritorno nel Motomondiale nella categoria Moto2. Qui Stefano Manzi (nel 2020) e Simone Corsi (nel 2021) ottennero due storiche pole position mentre lo stesso Manzi fu quarto nel 2019: anche per questo motivo l’attesa nel box del Forward Racing è alta vista la cattiva stagione 2022 del team italo-svizzero (appena 5 punti in carniere).

Al “Ricardo Tormo” ci sarà uno sforzo supplementare da parte della scuderia del manager Giovanni Cuzari: saranno infatti tre le moto schierate in griglia di partenza grazie alla wild card concessa al giovane spagnolo Alex Escrig, classe 2004, che dall’anno prossimo sarà titolare in sella alla F2 varesina.

Escrig affiancherà quindi il confermato connazionale Marcos Ramirez e l’italiano Simone Corsi, 35 anni, che concluderà la propria bella carriera sulle curve del sinuoso tracciato valenciano: il centauro romano ha all’attivo cinque vittorie, cinque pole e 21 podi totali nel motomondiale, categoria frequentata per ben 21 stagioni con il culmine ottenuto nel 2008 quando fu secondo nella 125 alle spalle di Mike Di Meglio.

La speranza, in casa Forward MV, è che si spezzi finalmente una serie negativa che vede i piloti del team fuori dalla zona punti da ben 15 gran premi. Il circuito favorevole e le circostanze sopra descritte potrebbero dare una mano al terzetto in sella alle F2. Chiaramente gli occhi sono particolarmente puntati su Escrig, non tanto per le speranze di piazzamento, quanto per capire quale potrà essere il suo impatto da esordiente assoluto nella seconda categoria iridata. In questa stagione il giovanissimo spagnolo ha gareggiato sia nel Mondiale di Moto-E concluso al nono posto (subito alle spalle del compagno di squadra, il più esperto Hector Garzò) sia nell’europeo dove ha concluso in terza posizione.

ATTESA TRICOLORE PER PECCO BAGNAIA

A Valencia è alta l’attesa da parte soprattutto dei tifosi italiani per via della possibilità di conquistare la classe regina con Francesco Bagnaia e con la Ducati. A una gara dalla fine infatti, “Pecco” è in testa al mondiale MotoGP a bordo della rossa di Borgo Panigale: 23 i punti di vantaggio sul campione uscente, il francese Fabio Quartararo su Yamaha. Il 25enne di Torino è vicinissimo all’iride: per superarlo infatti Quartararo deve vincere il GP della Comunità Valenciana e sperare che Bagnaia non vada oltre il 15° posto. Un italiano non vince il mondiale MotoGP dal 2009, anno dell’ultimo trionfo firmato da Valentino Rossi.

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 03 Novembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore