Poche occasioni ma un punto prezioso: 0-0 per la Pro Patria ad Arzignano

Termina senza reti una sfida difficile per i tigrotti, rimaneggiati dalle tante assenze. Nel finale la traversa salva i biancoblù da una sconfitta che sarebbe stata immeritata

Pro Patria - Sangiuliano Citu (17 dicembre 2022)

Si chiude con un pareggio senza reti il 2022 della Pro Patria, che si appresta a festeggiare il Natale alla bella quota di 32 punti in classifica, al settimo posto. Ad Arzignano termina 0-0 una gara senza grandi emozioni ma che consegna alle due contendenti un punto utile per i rispettivi obiettivi. La gara non sale mai di tono e solo nel finale riserve qualche sussulto: al 90′ il portiere di casa rinvia su Chakir rischiando il gol beffa; poco dopo invece Parigi incorna bene di testa ma vede la palla sbattere sulla traversa.

La squadra di mister Jorge Vargas termina così il mese di dicembre da imbattuta dopo le tre vittorie di fila e può guardare al 2023 con grande positività. Il pareggio di oggi può sembrare scontato, ma le tante assenze, molte delle quali molto importanti per lo scacchiere biancoblù, rendono questo punticino davvero prezioso. Le risposte sono arrivate, positive, da tutti. Forse in attacco è mancato il guizzo, ma la difesa ha concesso il minimo indispensabile e il centrocampo si è mosso a dovere. Ora un paio di settimane di riposo e poi si ripartirà, l’8 gennaio dell’anno nuovo allo “Speroni” contro la FeralpiSalò, che verrà a Busto Arsizio da capolista.

FISCHIO D’INIZIO
Il 2022 della Pro Patria termina con la prima del girone di ritorno. Trasferta in Veneto per i ragazzi di Jorge Vargas, che deve fare a meno di tanti uomini, ultimo in ordine di tempo Boffelli, fermato dalla febbre, ma si affida al collaudato 3-5-2 con Molinari – alla prima stagionale da titolare -, Lombardoni e Saporetti in difesa, Vaghi a destra, Ndrecka a sinistra, Nicco, Fietta e Citterio a centrocampo con Piu e Stanzani in attacco. Per i gialloazzurro di mister Bianchini un 4-3-1-2 con al centro della difesa c’è l’ex Ivo Molnar, capitano della squadra vicentina.

PRIMO TEMPO
Si fa preferire l’Arzignano nelle prime battute, con Barba che testa l’attenzione di Del Favero con un destro dai 20 metri al 5′ che però non coglie impreparato il portiere tigrotto. Ci prova anche Bordo al 7′ mandando fuori di un metro. La Pro Patria prende un po’ di campo dopo il 20′ ma non riesce a rendersi pericolosa dalle parti di Saio, neanche in occasione dei due corner conquistati. Anche la difesa tigrotta, passata la mezzora, fa buona guardia sui calci d’angolo dei veneti e così la gara si trascina senza grandi emozioni, anche perché il destro da fuori di Parigi al 37′ è troppo centrale per impensierire Del Favero. La gara prosegue senza scossoni e all’intervallo il parziale è ancora fermo sullo 0-0.

SECONDO TEMPO
Anche nella ripresa la gara fatica a salire di colpi anche se, a differenza della prima frazione, è la Pro ad essere più intraprendente. L’Arzignano però è sempre molto ben piazzato e così al 19′ mister Vargas cambia l’attacco: dentro Chakir e Castelli per Piu e Stanzani per cambiare le carte in tavola. I veneti si vedono con un paio di punizioni interessanti, ma prima Bordo calcia centralmente e poi Parigi conclude alto. Al 32′ il neo entrato Chakir non arriva per questione di centimetri su un pallone invitante di Vaghi da destra, mentre al 35′ la Pro rischia su un fallo di Molinari – che viene ammonito – al limite dell’area che però Parigi spreca calciando altissimo. Nel finale arrivano le emozioni che non si sono viste in tutta la gara. Prima, al 45′, un rilancio di Saio colpisce Chakir a pochi metri dalla porta con la palla che rimpalla però sul fondo, mentre nei 4′ di recupero l’Arzignano va vicino al gol con l’incornata di Parigi su cross di Barba che sbatte sulla traversa. La Pro regge anche agli ultimi timidi tentativi dei veneti e così la gara termina senza reti.

TABELLINO

ARZIGNANO VALCHIAMPO – PRO PATRIA 0-0 (0-0)
ARZIGNANO VALCHIAMPO (4-3-1-2): Saio; Davi, Molnar, Piana, Gemignani; Nchama, Bordo (23′ s.t.  Fyda), Antoniazzi; Barba, Tremolada (41′ s.t. Cester), Parigi. A disposizione: Volpe, Pigozzo, Grandolfo, Bontempi, Bonetto, Lunghi, Grosso, Tradivo. All. Bianchini.
PRO PATRIA (3-5-2): Del Favero; Molinari, Lombardoni, Saporetti; Vaghi, Nicco, Fietta (23′ s.t. Bertoni), Citterio (41′ s.t. Gavioli), Ndrecka; Stanzani (19′ s.t. Castelli), Piu 19’s.t. Chakir). A disposizione: Valneri, Sportelli, Piran, Perotti, Ferri. All. Vargas.
ARBITRO: Tona Mbei Jules R. di Cuneo (Spataro e Pasqualetto . IV uomo; Giordano di Novara).
Corner: 5 – 5. Recupero: 1′ + 4′ Ammoniti: Molnar, Nchama (ARZ); Fietta, Saporetti, Molinari (PPA)
Note: Giornata fredda e soleggiata. Terreno di gioco in discrete condizioni.

SERIE C GIRONE A – XX GIORNATA

Pordenone – Triestina 2-1; Trento – Juventus NG 2-1; Arzignano Valchiampo – Pro Patria 0-0; FeralpiSalò – Albinoleffe 1-0; Lecco – Virtus Verona 0-0; Mantova – Sangiuliano City 2-1; Padova – Pro Vercelli 1-0; Piacenza – Pergolettese 3-1; Pro Sesto – Vicenza 1-4; Renate – Novara 1-0.

CLASSIFICA: FeralpiSalò 38; Vicenza 37; Pordenone 36; Pro Sesto, Lecco 35; Renate 33; Pro Patria 32; Novara 28; Padova, Pro Vercelli 27; Arzignano Valchiampo, Juventus NG 26; Albinoleffe, Sangiuliano City 24; Virtus Verona 23; Mantova, Pergolettese 22; Trento 17; Piacenza 16; Triestina 15. 

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 23 Dicembre 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore