La scuola riparte a Gallarate: gli investimenti ammontano a 1,2 milioni

Molti dei lavori sono stati eseguiti nel periodo estivo, mentre i restanti interventi saranno portati a termine entro la fine del 2019

Primo giorno di scuola a Gallarate

È di un milione e 245mila euro l’investimento complessivo messo a gara dall’amministrazione comunale per la manutenzione degli edifici scolastici cittadini. Molti dei lavori sono stati eseguiti nel periodo estivo, mentre i restanti interventi saranno portati a termine entro la fine del 2019. 

«Fa molto piacere sentire i dirigenti scolastici affermare che finalmente c’è una amministrazione comunale che mantiene gli impegni assunti». Il sindaco Andrea Cassani questa mattina ha verificato di persona le opere eseguite alla media Maino e alla primaria Silvio Pellico di Cedrate. «Facciamo il massimo compatibilmente con le risorse economico a disposizione dell’Ente, perché le scuole per me e per la mia giunta sono una priorità assoluta». Non a caso l’amministrazione al primo suono della campanella era presente in tutti gli istituti gallaratesi: capo dell’esecutivo e assessori si sono divisi in modo da riuscire a dare il benvenuto ai “primini” e il bentornato a tutti gli altri alunni.

Il sindaco, come da tradizione, ha presenziato all’avvio delle lezioni al Liceo di viale dei Tigli, la sua ex scuola. Al suo fianco l’assessore alla Cultura Massimo Palazzi, anche egli ex alunno del Ginnasio, e il consigliere provinciale Corrado Canziani, accolti dalla dirigente Nicoletta Danese. Cassani e Palazzi hanno poi concluso la loro mattinata “sui banchi” alla Maino, ovvero nel plesso oggetto dell’intervento principale, la sostituzione dei serramenti, che ha comportato una spesa di mezzo milione di euro. Il dirigente Daniele Chiffi ha ringraziato a nome degli insegnanti e dei genitori l’amministrazione per la concreta attenzione dimostrata dall’amministrazione, per poi accompagnare i due esponenti della giunta in alcuni classi terze.

“In campo” anche il vicesindaco Francesca Caruso alla primaria Marconi di Crenna; l’assessore ai Lavori pubblici Sandro Rech alla primaria di Cascinetta; l’assessore allo Sport e al Commercio Claudia Mazzetti alla media Ponti e alla primaria di Arnate; l’assessore alla Protezione civile Andrea Zibetti alla primaria di Cajello; l’assessore Stefania Cribioli alla primaria dello Sciarè.

I principali lavori realizzati

Oltre ai lavori alla Maino, importanti e di impatto sono stati quelli alla primaria di Cedrate in via Col di Lana: 100mila euro per la bonifica delle controsoffittature, i nuovi corpi illuminanti e l’adeguamento del sistema impiantistico. Alla primaria dei Ronchi, realizzati due nuovi blocchi di servizi igienici (40mila euro); alla secondaria di Madonna in Campagna in via Tiro a Segno interventi di consolidamento della statica dell’edificio e nuovo impianto anti intrusione (40mila euro); alla primaria di Arnate in via Bellora, riqualificazione della palestra (40mila euro). 

Gli interventi entro il 2019 già programmati

Entro la fine dell’anno, invece, questi i lavori principali negli edifici scolastici: adeguamenti impiantistici e strutturali al nido di Cajello, al nido della Moriggia, alle scuole per l’infanzia di Crenna, del centro e dei Ronchi e alla primaria della Moriggia (totale 160mila euro); nuove centrali termiche agli asili nido dei Ronchi e dello Sciarè (totale 120mila euro); nuova aula multimediale alla primaria di Cascinetta e nuova area ludica esterna alla scuola per l’infanzia di via Rusnati (totale 55mila euro).      

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore