Torna Dia sotto le stelle, due giorni di fotografia in festival

Nei giorni 11 e 12 ottobre si terrà la 28^ edizione a Malpensafere. Mostre, workshop, proiezioni e molto altro con l'orgtanizzazione di Andreella Photo

dia sotto le stelle 2018

Nei giorni 11 e 12 ottobre si terrà la 28^ edizione di Dia Sotto le Stelle, Festival Internazionale di Fotografa ed Arti Multimediali, l’appuntamento che promuove la passione per la fotografa e che si pregia del prestigioso
riconoscimento degli Auspici FIAP (Fédération Internationale de l’Art Photographique) e del Patrocinio della FIAF e del Comune di Busto Arsizio. Il Festival, che ogni anno accoglie oltre 6 mila visitatori, è riconosciuto come uno tra gli eventi più importanti di fotografa e audiovisivi a livello internazionale.

In programma dell’11 e 12 ottobre, con ingresso gratuito, a Malpensafere a Busto Arsizio, prevede oltre alle mostre fotografche, anche quest’anno due serate di proiezioni dedicate alle arti multimediali. Grazie agli ampi spazi messi a disposizione dall’ente MalpensaFiere, si avrà un’intera area destinata al pubblico, con più di 1.400 posti a sedere, e si potranno ammirare, su uno schermo da 115 metri quadri, il terzo più grande d’Europa, le proiezioni delle multivisioni con opere ed ospiti italiani ed internazionali.

Tra i nomi più importanti degli autori ospiti quest’anno ci sono Massimo Sestini, con la mostra “L’aria del tempo” e con la foto vincitrice del WPF 2015, uno tra i fotogiornalisti più importanti italiani; le Frecce Tricolori porteranno invece la loro mostra ufficiale alla vigilia dell’esibizione che terranno il 13 ottobre per l’inaugurazione del nuovo aeroporto di Linate. Sempre nutrita la schiera degli autori delle multivisioni, provenienti da tutto il mondo e di fama internazionale, tra cui gli statunitensi NeymarcVisuals, nominati a Cannes 2018 nella sessione Cortometraggi, il varesino Edoardo Tettamanzi, presidente AIDAMA, è tra gli autori italiani presenti assieme a Fiorenzo Carozzi, Giuliano Mazzanti, Mimmo Drago e Francesco Lopergolo, Lorenzo De Francesco e Cristina Garzone, Oreste e Odetta Ferretti, Sandra Zagolin e Lorenzo Shoubridge, vincitore del prestigioso premio Wildlife Photographer of The Year 2018, solo per citarne alcuni.

L’evento è composto da diverse attività culturali: lungo tutti i corridoi e presso gli ingressi, saranno disposte le mostre fotografche. Saranno allestiti gli stands per ospitare una ventina di fotoclub dell’Alto Milanese, i quali potranno esporre le proprie opere ed informare il pubblico dei programmi per la stagione invernale. Oltre agli spazi destinati alle mostre e alle proiezioni, allestiremo il pomeriggio del sabato un’area di formazione con
sei sale posa, ospiti e modelli a disposizione del pubblico e un’area dedicata a workshop tecnici e di formazione a
cura di ApromaStore (obbligatoria la registrazione). In contemporanea il pubblico potrà testare, grazie all’area
Touch&Try dei partner, i nuovi prodotti proposti e aree tecniche di assistenza prodotto.

Sarà come sempre una kermesse ricca di immagini, spettacolo, confronto e novità del mondo della fotografa da
scoprire e provare, una 36 ore per poter esprimere sempre al meglio la propria creatività e curiosità e per poter
ammirare le opere provenienti da tutto il mondo ed immergersi nell’universo dell’Imaging.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 Settembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore