Anche Samarate dice no alla plastica: consegnate le prime borracce ai ragazzi di terza media

Lunedì 28 ottobre la prima tornata di consegne delle borracce alla scuola media di Samarate: un progetto che ridurrà al minimo l'imponente utilizzo di plastica da parte dei ragazzi

Consegna Borracce Samarate

Prende ufficialmente il via nelle scuole il progetto che dice no alla plastica e sì all’educazione ambientale, arrivando alla consegna del primo centinaio di borracce ai ragazzi delle classi terze della scuola media di Samarate, poco tempo dopo il lancio dell’operazione.

Il programma arriva finalmente a contatto con i ragazzi, destinatari principali e fondamentali di un messaggio molto discusso negli ultimi mesi a livello globale: l’attenzione verso la natura e l’habitat in cui viviamo, l’educazione al riciclo e lo stimolo alla creazione di una coscienza ambientale, temi che hanno trovato d’accordo tanti tra cittadini, imprenditori ed associazioni, spronati dal biologo Francesco Tiziani, promotore dell’iniziativa.

Consegna Borracce Samarate

Intorno al progetto non è stato tuttavia unanime l’accordo: sul fronte politico sono stati registrati diverbi tra amministrazione e opposizione, portando l’iniziativa ad un nuovo livello di collaborazione tale da dover consegnare insieme ale borracce un foglietto in cui si specificano privati ed associazioni coinvolti attivamente.

Borracce Samarate

La consegna delle borracce è stata effettuata al termine della presentazione tenuta da Tiziani, a proposito dei temi caldi intorno all’iniziativa: il biologo ha approfondito la pericolosità della plastica e la minaccia ambientale ad essa legata, il pericolo delle sostanze artificiali non biodegradabili e gli effetti sul nostro ecosistema, sia per il presente sia per il futuro. L’incontro si è poi chiuso sottolineando l’importanza del cambiamento delle abitudini dannose, incitando proprio i ragazzi a compiere quel primo, difficile passo, che potrebbe però un giorno salvare i nostri oceani, il nostro ecosistema e la salute del pianeta.
«Trattatele con rispetto», è stato il monito lanciato ai ragazzi, indicando le quattro parole incise su ciascuna borraccia: “Meno plastica più natura”, slogan essenziale del progetto che vedrà impegnate le classi prime e seconde nei prossimi giorni per completare la prima significativa tornata di consegne.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore