Una tavola sempre pronta e senza rifiuti, con la stoviglioteca

Nate nell'ultimo anno sull'onda del movimento ambientale, offrono la possibilità di evitare i piatti in plastica usa-e-getta. Alessandra ha avviato da settembre il suo servizio nella zona Malpensa

Generico 2018

Avete già sentito parlare delle stoviglioteche? Stanno nascendo un po’ in tutta Italia e sono un modo per avere la tavola sempre nuova e soprattutto per gestire le feste dei bambini, riducendo lo spreco di plastica usa-e-getta.

Una stoviglioteca è infatti «una biblioteca di stoviglie». Sharing economy applicata alla tavola e con sguardo ecologico: «È possibile noleggiare gratuitamente stoviglie riutilizzabili per le feste (soprattutto quelle dei bambini)» spiega Alessandra Gasparoli, che ha aperto da pochi giorni la sua stoviglioteca in quel di Somma Lombardo, accanto all’aeroporto di Milano Malpensa.

In linea con lo spirito – positivo – dei tempi, la stoviglioteca nasce «per ridurre il consumo di plastica usa e getta e la conseguente spazzatura generata», tant’è vero che la pagina facebook di riferimento in zona si chiama Zero Waste Malpensa.

Come è nata l’idea? «A luglio una mamma di quattro bambini ha iniziato a farlo, l’abbiamo fatto un po’ inter nos, abbiamo creato la pagina”Piccole stoviglioteche crescono”. Vogliamo spingere chi è un po’ sensibile all’inquinamento e allo spreco ad aprire la propria stoviglioteca» (foto generica, Ikea).
Alessandra ha avviato il suo servizio a fine settembre: «Ho acquistato il mio kit, mi contattano, con notevole risparmio usa-e-getta».

La stoviglioteca di Alessandra è al momento composta da trenta coperti, piatti, bicchieri e posate in plastica atossica. È necessaria la prenotazione per la data richiesta. Il kit si ritira, si utilizza e si restituisce lavato (disponibile il servizio di lavaggio a pagamento). «Il servizio è completamente gratuito ad offerta libera che mi permetterà di ampliare il kit e sopperire le perdite. Accetto anche donazioni di stoviglie inutilizzate in buono stato».

Il target ideale sono le feste per bambini, «dove magari non ci si può permettere di usar un piatto di ceramica» e si finisce con generare un sacco di rifiuti. Ma la stoviglioteca funziona anche con gli adulti: «Questo weekend ho servito una festa di una ragazza di trent’anni, per esempio». Oltre che nella zona di Malpensa, anche a Varese città c’è chi si sta muovendo per avviare il servizio. Complessivamente, in Toscana, Emilia, Lazio e Lombardia le stoviglioteche sono già una decina per regione.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 11 Ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore