La maggioranza chiede chiarezza sull’ospedale

La maggioranza ha presentato una mozione, da discutere a dicembre, che riconosce i crescenti disagi, già denunciati con forza da comitati e sindacati. Settimana scorsa il Pd aveva riaperto la discussione sul tema

Generico 2018

Più attenzione nei confronti “dell’accorpamento dei due nosocomi” e uno scambio di informazioni utili a “rendere edotta la cittadinanza circa gli sviluppi delle procedure per la realizzazione del nuovo ospedale”.  Sono le due richieste in calce alla mozione firmata dalla maggioranza consiliare, che sarà discussa nel primo consiglio comunale dopo quello dell’approvazione del bilancio, in calendario il prossimo 5 dicembre.

La mozione sullo scenario dell’ospedale unico GallarateBusto Arsizio è stata presentata giovedì 21 dicembre e ha suscitato subito dibattito. Insolita la mozione di maggioranza, su un tema che sta facendo discutere ormai da anni.

“Importante opportunità per il nostro territorio”, dice il centrodestra, ma che nella realtà sta dispiegando oggi effetti non proprio positivi. L’accorpamento delle attuali realtà ospedaliere procede “con modalità e tempistiche troppo celeri rispetto alla realizzazione del nuovo nosocomio, che creano problematiche evidenti ai cittadini per la fruizione dei servizi sanitari”, si dice nel testo.

Il messaggio che si vuole far passare è la vicinanza ai cittadini “convinti che con il rapido accorpamento siano venuti meno parecchi servizi ospedalieri, senza una particolare motivazione in relazione al fatto che la realizzazione del nuovo ospedale è ancora in fase di programmazione e progettazione”.

La mossa inattesa viene letta in altro senso dall’opposizione: «La maggioranza protocolla una mozione sull’ospedale che certifica l’inazione di Cassani e dimostra come le promesse di monitorare costantemente la situazione fossero parole vuote» commentano dal Pd di Gallarate. «E mentre il sindaco dorme, le decisioni sull’ospedale unico vengono prese senza che Gallarate tocchi palla e il Sant’Antonio Abate continua a trovarsi – come abbiamo denunciato più volte – in uno stato di grave criticità. Fa piacere che qualcuno si svegli ora, sperando che non sia troppo tardi».

Nei giorni scorsi il Pd aveva rotto gli indugi presentando una sua proposta per il futuro dell’area dell’attuale ospedale (qualora si facesse davvero l’ospedale unico). Ora arriva anche la mozione della maggioranza: cambio di rotta deciso o operazione per riprendere in mano il tema? Si vedrà, anche nelle prossime settimane.

La mozione si discuterà nel prossimo consiglio (dopo quello del 5), che è convocato anche per la mozione di sfiducia al sindaco presentata da undici consiglieri.

di roberto.morandi@varesenews.it
Pubblicato il 21 Novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore