I ricordi di Gaetano D’Auria arrivano dal futuro

Lo Spazio Carlo Farioli presenta la personale dell’artista a a cura di Sara Rizzo

Arte - Mostre

Prosegue la programmazione espositiva allo Spazio Arte Carlo Farioli con la personale dell’artista Gaetano D’Auria intitolata “Ricordi dal futuro“. La mostra, a cura di Sara Rizzo, si aprirà al pubblico sabato 22 febbraio con inaugurazione alle 18 e rimarrà in calendario sino all’8 marzo.

L’esposizione presenta una selezione dei suoi recenti lavori su carta, legati fra loro dal tema che dà il titolo alla mostra e da “una pittura smagliante che, pur tendendo verso l’astrazione, evoca visioni spaziali dal timbro positivo, decisamente divertito, talvolta ironico”.

“L’apparente ossimoro – scrive a catalogo la curatrice – risponde a un interrogativo che da sempre affascina l’uomo: come sarebbe poter viaggiare nel tempo e nello spazio? L’artista sembra esserci riuscito e (… ) ha riportato con sè dal suo viaggio alcune istantanee che ora condivide con noi. Stazioni orbitanti, plance di comando, portali sono racchiusi in una cornice come vecchie fotografie (…). Uno spazio profondo abitato, più che dall’uomo, da una tecnologia immaginata a partire dagli elementi del nostro reale”.

Durante il periodo della mostra sono in programma due appuntamenti: mercoledì 4 marzo alle 19, l’artista in collaborazione con la scrittrice Giovanna Massironi, organizzerà un laboratorio di libera creatività. Domenica 8 marzo, in occasione del finissage, dalle ore 16, D’Auria omaggerà le prime 20 signore che entreranno in galleria di una sua litografia a tiratura limitata. Seguiranno letture dedicate alle donne a cura di Giovanna Massironi e dello psicologo Carmelo Corrado Occhipinti, direttore della Casa Editrice Albaccara.

Gaetano D’Auria nasce in provincia di Agrigento il 29 dicembre 1948 e n el 1950 con la famiglia si trasferisce nella provincia Milanese. Inizia il suo percorso artistico nei primi anni ’70 In quel periodo si esprime con un linguaggio pittorico figurativo dal forte accento sociale riconducibile nella corrente del “Realismo Esistenziale” Successivamente la sua ricerca andrà concentrandosi sulle “emozioni” che i colori gli trasmettono e negli anni ’80 nella sua ricerca prenderà il sopravvento un approccio poetico con opere dedicate alle natura, alle sue meraviglie e al “ricordo” come filtro per osservare il mondo. Negli anni ’90 inizia un nuovo processo di sintesi con rinnovate ricerche estetiche. D’Auria approda alla formulazione di una pittura astratto-materica che si muove dentro spazi mentali “multidimensionali dalla cifra stilistica inconfondibile.

.

“Ricordi dal futuro”

personale di Gaetano D’Auria

22 febbraio – 8 marzo 2020

Inaugurazione: sabato 22 febbraio ore 18

Spazio Arte Carlo Farioli, via Silvio Pellico 15, Busto Arsizio – T. 348 7224557

Orari: giovedì-sabato 16.30/19; domenica 10.30/12 – 16.30/19
www.farioliarte.it – info@farioliarte.it – Facebook: Spazio Arte Carlo Farioli

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore