Collini: “Negozi aperti e consegne a domicilio, il servizio funziona. Aiutateci ad allargarlo”

L’elenco delle attività di Busto e della Valle realizzato da Ascom Confcommercio e amministrazione comunale è subito diventato un importante punto di riferimento

La casa in piazza 2015

«L’elenco è in aggiornamento. Continuiamo a ricevere richieste e segnalazioni, a conferma del fatto che il servizio offerto da Confcommercio e amministrazione comunale sia davvero di grande utilità». Rudy Collini, presidente di Confcommercio Ascom Busto Arsizio e Medio Olona, scorre l’elenco delle oltre 100 attività inserite nella lista diffusa in questi giorni.

Una vera e propria guida sui negozi aperti e su quelli che effettuano le consegne al domicilio messa a disposizione dei cittadini di Busto e della Valle. Per consultarla è sufficiente accedere al sito dell’associazione .

Una guida aperta anche ai non associati. «È uno degli atti concreti – prosegue Collini – che Confcommercio sta introducendo per fronteggiare l’emergenza sanitaria. In questo caso, comprendendo l’importanza di un simile supporto soprattutto per le persone anziane, abbiamo esteso il servizio anche alle attività non associate in modo da potere proporre il maggior numero di alternative possibili».

Lo scopo è di contribuire ad evitare che le persone escano o che escano rivolgendosi all’attività sotto casa, anche solo per la spesa: i 42 generi alimentari, i 7 fruttivendoli e i 19 panifici inseriti ad oggi nell’elenco, offrono davvero una vasta scelta e una copertura quasi totale del nostro territorio. Completano la lista anche le pizzerie d’asporto (10), gli ottici (13) e 13 attività di tipologie varie.

«I commercianti stanno ringraziando Ascom per questo servizio che li agevola nel loro lavoro. Così come ci stanno ringraziando i cittadini che ora sanno come orientarsi. Grazie alla collaborazione con il sindaco Emanuele Antonelli, con l’assessore al commercio Manuela Maffioli e con gli amministratori dei Comuni della Valle siamo sulla strada giusta, ovvero quella di leggere le esigenze della nostra gente in questo difficilissimo momento e cercare delle soluzioni per dare delle risposte immediate».

I FINANZIAMENTI ALLE ATTIVITÀ
La stessa concretezza che Confcommercio ha subito messo in campo anche a livello provinciale: «Per sostenere le attività colpite dall’emergenza Covid-19, grazie alla collaborazione tra AscomFidi Varese e UBI Banca, sono già disponibili finanziamenti ad hoc destinati agli esercizi commerciali e alle imprese turistico alberghiere di tutto il Varesotto. Per rispondere alle necessità di liquidità ed investimenti da parte delle aziende del territorio, abbiamo previsto l’erogazione immediata di finanziamenti fino a 100.000 euro».

E da oggi gli uffici territoriali Ascom e quelli di Uniascom sono a disposizione per guidare commercianti ed esercenti all’interno della manovra varata ieri dal Governo: «Offriamo supporto per ottenere gli aiuti finanziari, previsti con diverse formule in base ai diversi settori, a chi ce lo richiederà. Noi siamo a disposizione. ConfcommercioCè»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore