Galli (Confartigianato): “Sono numeri su cui riponiamo grandi aspettative”

Secondo il presidente dell'associazione di via Milano «si permetterà a molte imprese di affrontare il periodo e di compiere con la mente più lucida le scelte migliori per il futuro»

davide galli presidente confartigianato

«Sono tre i numeri sui quali riponiamo grandi aspettative in questa difficilissima fase storica in riferimento al Decreto Legge “Cura Italia”: i 10 miliardi di euro per il sostegno al lavoro, i 3 miliardi di finanziamenti al sistema sanitario per fronteggiare l’emergenza e la fortissima iniezione di liquidità del sistema del credito che dovrebbe nelle intenzioni mobilitare circa 340 miliardi di finanziamenti all’economia. Su questo contiamo per traghettare il Paese fino al mese di aprile quando, come già annunciato dal Governo, arriverà un nuovo, fondamentale decreto, finalizzato al rilancio del nostro sistema economico».

Questo il commento a caldo del presidente di Confartigianato Imprese Varese, Davide Galli al provvedimento con il quale il Consiglio dei Ministri ha iniettato 25 miliardi di euro per fronteggiare l’emergenza Coronavirus.

«L’estensione della cassa in deroga a tutte le imprese, il sostegno anche agli autonomi, per i quali è previsto un nuovo intervento ad aprile, e l’iniezione di liquidità – continua Galli – permetteranno a molte imprese di affrontare il periodo e di compiere con la mente più lucida le scelte migliori per il proprio futuro e quello dei loro collaboratori. Per quanto ci riguarda, riteniamo che le polemiche, le critiche e i distinguo non possano esserci in questo momento: dobbiamo lavorare insieme per sostenere il tessuto produttivo nell’emergenza e porre, anche con il fondamentale sostegno dell’Europa, le fondamenta per pianificare il futuro che verrà»

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 16 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore