Il saluto di colleghi e amici al dottor Roberto Stella

I messaggi di cordoglio per la scomparsa del presidente dell'Ordine dei Medici della provincia di Varese

lutto morte dolore

Arrivano da più parti i messaggi di cordoglio per la scomparsa del dottor Roberto Stella, presidente dell’Ordine dei Medici della Provincia di Varese. Il medico di base è la seconda vittima di Busto Arsizio causata dal coronavirus.

La deputata di Italia Viva Maria Chiara Gadda: “La scomparsa di Roberto Stella, Presidente dell’Ordine dei Medici di Varese, è una notizia che mai avrei voluto leggere. Una persona squisita, capace, sempre disponibile che ho avuto la grande fortuna di conoscere e che ha rappresentato un punto di riferimento importante anche per la mia esperienza parlamentare. In questa grave emergenza ha dimostrato ancora una volta il suo valore, insieme ai tanti colleghi medici impegnati al fianco della cittadinanza. Le mie più sentite condoglianze alla famiglia e a tutta la comunità dei medici e degli operatori sanitari in questo momento di dolore”.

L’ordine dei medici chirurghi e degli odontoiatrici della provincia di Varese: “Il dottor Roberto Stella, Presidente dell’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri della provincia di Varese, nonché responsabile nazionale della formazione presso la FNOMCeO nazionale e Presidente nazionale della SNAMID, società scientifica della medicina generale, ci ha lasciati oggi, alle prime ore dell’alba. Il Servizio Sanitario Nazionale e lombardo, la Medicina nazionale e varesina hanno perso una guida attenta, un amico sicuro, un lavoratore appassionato, acuto, instancabile; i suoi pazienti hanno perso un amico ed un uomo capace di curare e prendersi cura senza limiti. L’Ordine dei Medici-Chirurghi e degli Odontoiatri di Varese si stringe alla famiglia del Dottor Stella ed esprime il suo più addolorato cordoglio”.

Il past president dell’Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatrici, Dino Azzalin: “E’ un dolore vero, profondo. Una notizia che non mi aspettavo e che mi ha colto impreparato. Stella ed io abbiamo lavorato fianco a fianco per dodici anni: era un amico prima che un collega. Sapevo che si era ammalato ma non immaginavo che la situazione precipitasse così rapidamente. Non pensi mai che possa accadere a qualcuno così vicino a te. E’ sciocco lo so questo pensiero ma è anche molto umano”

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore