Manifestazioni sportive a porte chiuse

Lo ha detto nel suo discorso il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte

Lo stadio \"Speroni\" si rifà il look

«Da domani al 15 marzo saranno sospese le attività didattiche in scuole e università e non si svolgeranno manifestazioni sportive con presenza di pubblico» con questa frase, estrapolata dal discorso riguardo all’emergenza nazionale dovuta al Coronavirus, il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha di fatto anticipato quali saranno le limitazioni per gli eventi sportivi fino al 15 marzo.

La spiegazione viene data dal Premier sempre nel corso del discorso: «Il primo obiettivo deve essere la limitazione dei contagi».

Il Presidente del Consiglio Conte: “Primo obiettivo la limitazione dei contagi”

Si va verso gare giocate a porte chiuse per tutte le attività sportive. Ora si aspetta il decreto e poi le singole federazioni recepiranno e comunicheranno. Non ci sono stati “stop” preventivi da parte del Premier, lo sport quindi proseguirà ma lo farà senza tifosi negli stadi, nei palazzetti e nelle altre sedi di gara.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore