Soldi per andare avanti, più credito per le imprese del commercio e del turismo

Ubi Banca in collaborazione con Confcommercio Provincia di Varese adotta con effetto immediato misure di sostegno alle attività commerciali di Varese e provincia impattate dalle misure di contenimento della diffusione del contagio

negozio chiuso busto arsizio

Nell’ambito delle misure adottate e volte a sostenere le attività colpite dall’emergenza Covid-19, Ubi Banca, in collaborazione con Confcommercio provincia di Varese, rende disponibili finanziamenti ad hoc destinati agli esercizi commerciali e alle imprese turistico alberghiere di Varese e provincia. 

Le intese, volte a sostenere le necessità di liquidità ed investimenti da parte delle aziende del territorio, prevedono l’erogazione di finanziamenti chirografari per un massimo di 100.000 Euro, con durata massima di 36 mesi, di cui 6 mesi di pre-ammortamento e garanzia diretta su patrimonio di Ascomfidi Varese o Asconfidi Lombardia. Le richieste avranno priorità e potranno godere di un’istruttoria e condizioni privilegiate (azzeramento spese di istruttoria ed incasso rata). Eventuali richieste in deroga, saranno prontamente valutate dalla Banca, caso per caso. 

Le Filiali UBI Banca presenti sul territorio sono a disposizione per soddisfare le richieste di accesso a tali finanziamenti, individuando la migliore soluzione di supporto finanziario, in relazione alle specifiche esigenze.

 «Anche in questa situazione straordinaria e particolarmente complessa – spiega Luca Gotti, Responsabile Macro Area Territoriale Bergamo e Lombardia Ovest di UBI Banca – la Banca continuerà a dare risposte concrete ed efficaci ai bisogni del territorio, supportando le necessità del tessuto imprenditoriale, in  stretta  sinergia con le  Associazioni  categoriali, per sconfiggere insieme questa fase crirtica. Per superarla è quindi fondamentale adottare idonei provvedimenti per contrastare il rallentamento dell’economia e consolidare il rapporto tra Banca e imprese».

«È nostro compito – aggiunge Giorgio Angelucci, Presidente di Confcommercio Uniascom provincia di Varese – sostenere in tutti i modi le nostre attività, soprattutto nei momenti di difficoltà. L’accordo stipulato con UBI Banca va esattamente in questa direzione. Non lasceremo sole le nostre aziende e faremo tutto il possibile per aiutarle a risollevarsi dal punto di vista economico. In questo caso agevoleremo la concessione di finanziamenti che potranno costituire la base di ripartenza per gli esercizi commerciali e per le attività collegate al turismo, ovvero due tra i settori maggiormente penalizzati dall’emergenza sanitaria in atto». 

Così conclude il presidente Angelucci: «Attraverso Ascomfidi Varese, la nostra cooperativa di garanzia, assicureremo ai nostri soci il necessario sostegno finanziario con questa ed altre misure già allo studio. Le saracinesche oggi abbassate e le attività oggi sospese dovranno ripartire appena sarà possibile. Confcommercio c’è».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore