La marcia di Azione alla conquista del centro passa anche da Cardano

In piazza Mazzini un gazebo del partito di Carlo Calenda, appena nato in città. “Un bel confronto con i cardanesi di ogni colore politico”

Azione cardano al campo

L’espansione di Azione in Lombardia e in provincia di Varese continua. Domenica 19 luglio, un gazebo dai tratti blu è apparso in piazza Mazzini, a Cardano al Campo, con l’obiettivo di far conoscere il partito e di favorire i tesseramenti.

È stato allestito da Luigi Bassani, fondatore della sede del partito a Cardano che, nei mesi dell’emergenza Covid, è stato coinvolto personalmente nelle vicende che hanno toccato l’indotto aeroportuale di Malpensa – fortemente colpito da una crisi senza precedenti – raccogliendo le testimonianze di lavoratori e imprenditori.

«Abbiamo avuto un ottimo afflusso ai nostri gazebo», ha detto Bassani, soddisfatto. «Curiosi, passanti, simpatizzanti, ma anche iscritti ad altre forze politiche di pensiero opposto al nostro con cui abbiamo avuto un confronto cordiale e corretto».

Il weekend del tesseramento lombardo, posticipato rispetto alla manifestazione nazionale a causa delle disposizioni generali imposte dalla Regione, era atteso dagli iscritti al partito fondato da Carlo Calenda e Matteo Richetti. Bassani racconta che «è stato bellissimo sentirsi dire da molti iscritti che volevano partecipare all’organizzazione delle prossime attività, anche sollecitando la creazione di nuovi comitati elettorali per essere maggiormente presenti tra la gente».

Azione cardano al campo

Sacha Bianchi, che è il referente per la neonata sede di Sesto Calende (anch’essa inaugurata domenica con un gazebo) è soddisfatto dell’andamento della campagna per i tesseramenti: «Abbiamo avuto alcune iscrizioni direttamente ai gazebo, mentre solitamente i nostri iscritti prediligono la modalità online. Due passanti mi hanno detto che si sono recati al nostro banchetto perché volevano avere un contatto. Mi fa ben sperare, poiché significa che Varese non è solo Lega, ma ci sono tante persone che vogliono una politica non urlata, ma basata su azioni concrete».

Il partito ha già previsto diverse attività a settembre, che prevedono il comitato di Gallarate su cui sono previsti anche alcuni eventi a carattere «Il comprensorio – dichiarano i referenti del partito – ha preso una bella botta da questa pandemia, ma Azione è più forte di chi la vuole debole».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore