La truffa viaggia online, spillano 2500 euro per una lampada

I carabinieri di Samarate sono risaliti a due truffatori specializzati, di Bologna e Catania, che avevano architettato un piano complesso per sottrarre i soldi

carabinieri varese generica grande

I carabinieri di Samarate, con una rapida ma complessa attività di indagine, hanno denunciato a piede libero per truffa aggravata un 50enne di origini foggiane ma residente nel Bologneseun 25enne  straniero ma residente in provincia di Catania.

I due, entrambi pregiudicati anche per reati specifici, si sono fatti accreditare, su carte credito intestate a prestanomi ma il cui denaro poi confluiva nei loro conti correnti, una somma di poco inferiore di 2.500,  da una donna residente a Busto Arsizio che aveva posto in vendita online su uno dei noti siti internet di e-commerce una preziosa ed antica lampada.

I due si sono finti facoltosi collezionisti interessati all’acquisto, ma con una lunga trattativa hanno convinto la donna a versare l’ingente somma che doveva servire per coprire i costi di trasporto e quelli di assicurazione del prezioso pezzo d’arte. La trattativa, molto lunga, ha comunque consentito ai due di incassare i 2500 euro, dopo di che se la sono data a gambe, facendo perdere le tracce.

A questo punto la vittima ha presentato denuncia e i carabinieri, tracciando gli spostamenti dei soldi dalle carte di credito ai conti correnti, sono riusciti ad arrivare all’identificazione degli autori della truffa, che come detto sono degli habituée.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 Luglio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore