Al circolo Quarto Stato un confronto tra le ragioni del Sì e del No al referendum

Come già nel 2016 con la riforma Renzi, la "casa della sinistra" propone una serata di confronto aperto. E tutt'altro che scontato, visto che lo schieramento per il Sì e per il No attraversa gli schieramenti

referendum costituzionale 2020 scheda

Il Circolo Quarto Stato è un circolo aggregativo ma è anche una vera “casa” della sinistra di Cardano (e non solo), perché è dentro la storica Casa del Popolo.E come già nel 2016, anche per questo referendum di riforma costituzionale sarà occasione di una “tribuna elettorale” tra le ragioni del Sì e le ragioni del No.

Il referendum è “un appuntamento importante ma che rischia di passare inosservato” dicono quelli del circolo. “Proprio per questo abbiamo pensato di proporre una serata di approfondimento”.

L’appuntamento è per martedì 15 settembre 2020, a partire dalle 21,15, con due voci per il Sì e il No: il Sì sarà rappresentato da Giuseppe Anselmo di “Cambiamo – con Giovanni Toti”, il No da Cosimo Cerardi, Anpi provinciale di Varese.  Seguirà anche un momento con la possibilità di domande dal pubblico (modera Roberto Morandi, VareseNews).

È un dibattito tutt’altro che scontato, perché l’adesione al fronte del Sì e del No è trasversale, attraversa i campi del centrodestra e del centrosinistra e persino dei singoli partiti (Lega e Pd in primis, ma anche Forza Italia), tanto che talvolta pare esserci quasi un po’ di imbarazzo nel difendere convintamente le ragioni di una delle due posizioni. Questo in un quadro in cui si dice spesso che il Sì è maggioritario tra gli elettori, ma in cui il fronte del No sta mostrando maggiore attivismo e visibilità sui media e nelle piazze.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore