Al Pirellino una giornata di confronto per prepararsi alla pioggia di fondi regionali ed europei

Un confronto tra la Regione Lombardia, rappresentata dall’assessore all’ambiente e clima Raffaele Cattaneo, e gli stakeholder del territorio su sviluppo economico, infrastrutture, ambiente e mobilità

Generico 2018

Una giornata intera di confronto tra la Regione Lombardia, rappresentata dall’assessore all’ambiente e clima Raffaele Cattaneo, e gli stakeholder del territorio: dalle principali città alle comunità montane, dai rappresentanti delle associazione di categoria a quelle delle associazioni di sindaci.

L’obiettivo è quello di  “farsi trovare preparati” nel momento in cui arriveranno i fondi straordinari per il rilancio del territorio: non solo quelli della Regione, che ha mobilitato tre miliardi circa, ma anche i fondi della nuova programmazione europea, per i quali in Regione arriverà circa un miliardo e quelli del recovery plan.

La destinazione dei fondi in arrivo sarà oggetto di un nuovo incontro con il tavolo che vedrà protagonista il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, previsto agli inizi di ottobre. «Il tavolo di confronto del territorio si era già riunito due volte nel 2019, a luglio e novembre – spiega Cattaneo – Doveva riunirsi nuovamente nel marzo scorso ma è stato fermato dal Covid. Oggi riprendiamo il dialogo, dopo sei mesi, per fare il punto dei tre argomenti oggetto dei sottotavoli che avevamo creato: sviluppo economico, infrastrutture, ambiente e mobilità».

LE PRIORITA’ EMERSE DAI TAVOLI

Le priorità emerse al tavolo sullo sviluppo economico, che si è svolto nella mattinata del 18 settembre, ha visto emergere e rafforzarsi come priorità quella di «Sostenere l’occupazione, in particolare sostenendo la formazione tecnica superiore e il rilancio delle politiche del lavoro; ma anche sostenere una ripresa della vocazione industriale, attraverso innanzitutto il cluster aerospaziale ma anche la produzione legata alla mobilità sostenibile – ha sottolineato l’assessore regionale –  Per il commercio, si è ricordata l’importanza della prosecuzione dei distretti, ma si è parlato anche di forme nuove per sostenere il settore come l’uso degli spazi pubblici aperti. Per il turismo si è ricordata l’importanza di valorizzare il turismo religioso e le iniziative culturali con valenza anche turistica. Infine, si è parlato di aree dismesse, che in provincia sono 373, di cui ben più della metà già interessate dai primi lavori».

Nel pomeriggio sono previsti i due sottotavoli sulle infrastrutture e sull’ambiente, per i quali la Regione si presenta già con delle proposte di massima: «Molte delle proposte he sottoponiamo al territorio riguardano Malpensa e le opere di completamento per la sua accessibilità- ha spiegato ancora Cattaneo – Dalla 336 da potenziare alla Vergiate-Besozzo, dalla connessione tra Pedemontana e 336 alla tangenziale di Somma Lombardo. Ma non mancano le opere di riqualificazione dell’accesso alla città di Varese, il peduncolo di Vedano, la Varese-Como-Lecco. Non mancano le piste ciclabili: quelle del lago Maggiore, della Valganna, della valle Olona. E per quanto riguarda le ferrovie, gli interventi di raccordo con l’Alp transit e il collegamento T1—T2 a Malpensa».

Tra gli interventi ambientali che potrebbero essere coinvolti nei finanziamenti, infine: «c’è innanzitutto ciò che è legato all’accordo sulla riqualificazione del Lago di Varese, ma anche la valorizzazione della filiera bosco – legno per la produzione di energia rinnovabile».

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore