Coronavirus: i medici cubani che hanno aiutato l’Italia candidati al Nobel per la Pace

L'equipe medica ha aiutato l'Italia durante i durissimi mesi del Lockdown e ora è candidata al Premio Nobel per la Pace 2021

Coronavirus, arrivati a Malpensa 52 esperti sanitari cubani

L’equipe di trentacinque medici cubani era atterrata a Malpensa lo scorso 22 marzo per aiutare il sistema sanitario nazionale a fronteggiare l’epidemia da Covid-19. Dopo il servizio prestato a Crema, erano poi ripartiti a giugno, a emergenza rientrata.

Il Consiglio mondiale per la pace ha presentato la candidatura della brigata Henry Reeve al Premio Nobel per la Pace 2021: l’annuncio è stato fatto via Twitter dal presidente di Cuba, Miguel Díaz-Canel; la candidatura è già stata inviata al Comitato norvegese.

«In questo momento la Brigata sta combattendo la pandemia in tutto il mondo. Tutto il mondo si è commosso nel vedere i cubani dirigersi verso la regione più colpita d’Italia, la Lombardia, per contribuire a salvare vite umane. Al 1° maggio 2020, più di 1.450 operatori sanitari cubani combattono contro il Covid-19 in 21 Paesi: Angola, Antigua e Barbuda, Barbados, Belize, Capo Verde, Dominica, Grenada, Haiti, Honduras, Italia (Lombardia e Piemonte), Giamaica, Nicaragua, Principato di Andorra, Qatar, Saint Kitts e Nevis, Saint Vincent e Grenadine, Santa Lucia, Sudafrica, Suriname, Togo e Venezuela», si legge sul sito dell’associazione nazionale di amicizia Italia – Cuba.

LA BRIGATA “HENRY REEVE

Dedicato ad un generale di Brooklyn che difese l’indipendenza cubana nell’Ottocento, il Contingente Internacional de Médicos Especializados en Situaciones de Desastres y Graves Epidemias è stato fondato nel settembre 2005 da Fidel Castro, quando l’uragano Katrina attanagliava gli Stati Uniti. Fino ad ora Cuba ha inviato in tutto il mondo 3700 collaboratori per fronteggiare il Coronavirus. Tra il 2014 e il 2015 sono stati inviati più di 400 medici e infermieri in Africa per fornire aiuti contro l’Ebola. Per questo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) gli ha conferito il Public Health Memorial Award in memoria del dottor Lee Jong-Wook.

di
Pubblicato il 29 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore