Dalla “regina” alle giovanissime: tutte le Farfalle della nuova Uyba

Scatta il campionato di A1: ecco tutte le protagoniste della formazione biancorossa. Ci sono i punti fermi Leonardi e Gennari, l'eterna Piccinini e un roster giovane e interessante

uyba volley 2020 2021

Tre conferme e tanti volti nuovi, a partire da quello di Marco Fenoglio, l’allenatore piemontese chiamato a Busto Arsizio per provare a mantenere la UYBA Volley nella parte alta della classifica. Una missione che il tecnico ha già cominciato, raggiungendo la finale di Supercoppa, e che proseguirà in campionato insieme alla squadra biancorossa: sabato 19 settembre inizia il cammino con la trasferta di Monza, ecco chi sono le giocatrici che hanno l’obiettivo di far sognare il sempre caldo pubblico della E-Work Arena. (foto Rubin-LVF)

LA CAPITANA

Due le giocatrici simbolo di questa squadra. La prima è la capitana, Alessia Gennari, al sua quarto anno in biancorosso. Una giocatrice di talento e soprattutto di grande carisma: una guida preziosa per le compagne in grado di motivare e dare la carica in ogni istante della gara. Busto non ci ha pensato due volte, quando si è trattato di confermarla.

IL LIBERO

La “farfalla tigre”, Giulia Leonardi, è l’altra giocatrice biancorossa (seppure in maglia gialla per ragioni di ruolo) da cui la UYBA non si è voluta separare e che rappresenta un idolo per tutto il pubblico di viale Gabardi. Giocatrice dalle grandi doti tecniche e capace di grandi e spettacolari recuperi, resta un tassello fondamentale in fase difensiva.

LA REGISTA

Al palleggio, per la UYBA 2020/2021 è arrivata la statunitense Jordyn Poulter, che nella scorsa stagione ha vestito la maglia della Reale Mutua Fenera Chieri e che dovrà sostituire una giocatrice amata come Alessia Orro. Cresciuta nei campionati universitari americani, fa parte della nazionale USA guidata da coach Kiraly. Forte fisicamente, sa servire palle molto veloci, molto apprezzate nel campionato americano. Nell’unica partita ufficiale giocata con le compagne ha dimostrato di aver già trovato un buon feeling con le sue attaccanti. La sua priorità, ora, è però quella di tornare in campo dopo un infortunio agli addominali.

L’OPPOSTO

Quest’anno l’opposto titolare della UYBA è Camilla Mingardi che torna a vestire i panni di farfalla dopo essere stata nei paraggi – giovanissima – nella stagione 2013/2014, e dopo essere transitata anche dalla vicina Legnano. Coach Fenoglio l’ha descritta come una giocatrice forte caratterialmente, che non molla mai e che non rinuncia a scaldare il braccio dalla seconda linea. Lo scorso anno ha vestito la maglia di Brescia e ha dimostrato di essere una delle migliori realizzatrici del girone di andata. A Busto, per proseguire l’opera.

LE CENTRALI

A poco a poco, la UYBA ha rimpolpato la squadra in questo ruolo nevralgico, aggiungendo anche Stevanovic almeno per il girone di andata, per una batteria di centrali di altissimo livello. Ma andiamo con ordine iniziando da Rossella Olivotto, reduce da due stagioni a Bergamo nel corso delle quali ha saputo mettersi in luce per le sue ottime doti a muro (6a centrale in questo fondamentale l’anno scorso). Olivotto è sempre alla ricerca di nuove esperienze e di nuovi stimoli e in campo ha grinta e grande capacità nella lettura del gioco avversario.
Liset Herrera Blanco è la prima cubana a vestire la maglia della UYBA. Giocatrice delle enormi potenzialità fisiche (192cm di pura energia e potenza), ha debuttato in nazionale a soli 15 anni e dal 2017 gioca in Europa con la maglia del Voléro, prima a Zurigo e poi a Le Cannet: in Francia è stata tra le migliori del suo ruolo.
E poi, come detto, c’è Jovana Stevanovic: grande potenza, classe, esperienza e abitudine alle vittorie. Il suo contratto prevede che al termine del girone di andata la società avrà l’opzione sul prolungamento.

SCHIACCIATRICI

Non è certo una scommessa, Alexa Gray: la canadese nella scorsa stagione è stata la decima realizzatrice del campionato, è giocatrice dal braccio potente e potrebbe essere una delle grandi protagoniste. Arrivata per ultima a Malpensa, potrebbe avere bisogno di un piccolo rodaggio ma l’attesa, per lei, è molto alta.
Francesca Piccinini invece non ha bisogno di grandi presentazioni. È la regina del volley e vanta un’esperienza che la vede protagonista da tanti anni anche in Nazionale (campionessa del mondo 2002). Coetanea di Valentino Rossi – portabandiera di chi è nato negli Anni Settanta – quando viene schierata sa ancora portare un grande contributo, con la sua capacità di leggere le difese. Per le più giovani è un grande esempio di professionalità.
E poi c’è Ana Escamilla Serrano, la prima atleta iberica della storia della UYBA. Dopo la super stagione 2018/19 nel CV di Barcellona, dove si è affermata come top scorer del torneo, si è trasferita in Germania, per poi approdare in Italia. È una giocatrice di grande potenzialità e sembra aver già trovato buon feeling con le sue compagne di squadra.

LE GIOVANI

Asia Bonelli, Chiara Cucco e Katarina Bulovic sono le “mascotte” della UYBA 2020/2021. Sono alla prima esperienza nella massima serie anche se in alcune occasioni si erano già aggregate alla prima squadra anche perché nei rispettivi ruoli sono tutte assai promettenti. Dire che possono dare un grande contributo partendo dalla panchina non è una frase fatta: basti guardare alle prestazioni di Bonelli in Supercoppa, con Poulter infortunata. E poi possono crescere accanto a una leggenda come Piccinini: mica poco per delle under 20 che sognano in grande.

di
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore