La Pro Patria batte 3 a 2 la Juventus Primavera

Nell’amichevole contro i bianconeri tanti gol ed emozioni. Javorcic: “Ora testa a Livorno”

Juve pro patria

La Pro Patria vince la prima partita della stagione, l’ultima del precampionato, contro una tosta Juventus Primavera. Nonostante diverse assenze in difesa e centrocampo, i tigrotti strappano un 2-3 che convince, perché mette in luce l’ottima tenuta atletica del gruppo, con il veterano Le Noci addirittura in campo per tutti i novanta minuti, oggi ispirato in versione assist-man. Da evidenziare anche la buona pre-season di Galli, sempre titolare e quasi sempre a referto fin qui. Aspettando di abbracciare il colpaccio Latte Lath  e vedere se il mercato regalerà qualche altro giocatore ad Ivan Javorcic, le premesse per l’inizio della nuova stagione (il 23 settembre per la sfida in Coppa Italia con il Livorno) non sembrano affatto male. 

Parte forte la Juve con due occasioni per Chibozo, che prima non centra la porta da fuori area e poi, dopo doppio passo e tiro viene fermato da Greco. La Pro Patria non si fa intimorire e nel giro di 10 minuti si porta avanti di due gol. Il primo lo segna, al 12’, Galli con un bel sinistro al volo offerto all’esterno da un cross tagliato di Le Noci. Poi al 21’ l’assist lo fa direttamente Greco dalla porta tigrotta, con un rinvio che confonde la difesa dei bianconeri. Ad approfittarne è Parker, che dribbla il portiere Garofani e mette in rete. Al 30’ si fa rivedere la Juve con una punizione insidiosa di Omic, respinta da Greco. Dieci minuti dopo è Lombardoni a salvare i biancoblù, intercettando sulla linea di porta il sinistro a botta sicura di Turicchia. Nel recupero Le Noci avrebbe anche l’occasione per fare 0-3 su un perfetto passaggio filtrante di Galli, ma l’uscita di Garofani smorza il tentativo di pallonetto del 10. 

Nel secondo tempo si sveglia il baby prodigio Franco Tongya: l’attaccante, che vanta già molte presenze nelle selezioni giovanili nazionali (è un classe 2002 ma gioca con l’under 20) al 50’ batte Greco con un destro imparabile dal limite dell’area. Poco male, perché al 62’ la Pro trova il terzo gol dalla sua gara. È Spizzichino che mette un ottimo pallone sul secondo palo, con Le Noci che trova la sponda giusta per il piattone vincente di Fietta. Due minuti dopo Molinari in area commette fallo su Chibozo, sul dischetto va Tongya che spiazza Greco e fa 2-3. All’87 c’è l’ultima occasione della partita, con il destro a giro di Le Noci che non ha fortuna. 

“E’ stata una partita di alto livello- dice Javorcic- il risultato conta poco come con le amichevoli scorse. È stato un ottimo allenamento, sono contento perché i ragazzi si sono espressi bene e la gara ci ha dato tanto sotto diversi aspetti. Chiudiamo un ciclo impegnativo e da oggi in poi abbiamo la testa solo a Livorno”. Un pensiero anche al campionato e alla condizione della squadra: “Adesso dobbiamo pensare sul lungo periodo, pensare al lavorare e mettere i ragazzi nuovi nelle condizioni migliori per potersi esprimere. È un percorso che richiederà tempo, pensiamo passo dopo passo: ci sono comunque 15/16 giocatori di movimento in buone condizioni fisiche, e pian piano troveremo la forma ottimale.

Parole anche per Leonardo Galli, protagonista della partita e titolare garantito sull’esterno, che oggi ha toccato 100 presenze con la maglia biancoblù: “Abbiamo avuto un gran ritmo, siamo stati bravi a soffrire in certi frangenti. Era importante chiudere bene la preparazione. 100 presenze sono un bel traguardo, in questi tre anni sono cresciuto molto, sia dal punto di vista calcistico che da quello umano. Abbiamo fatto vedere che la preparazione è. buona, le gambe rispondono e anche il gioco si sviluppa bene. Non vedo l’ora di iniziare questo quarto nel migliore dei modi, essendo noi stessi. 

JUVENTUS FC PRIMAVERA – AURORA PRO PATRIA 1919    2 – 3    (0 – 2)

Marcatori: 12′ p.t. Galli (PP), 21′ p.t. Parker (PP); 5′ s.t. Tongya (JUV), 17′ s.t. Fietta (PP), 19′ s.t. Tongya (JUV).

JUVENTUS FC PRIMAVERA (4-3-1-2): Garofani; Leo (26′ s.t. Mulazzi), De Winter (36′ s.t. Spina), Riccio (26′ s.t. Nzouango), Turicchia (26′ s.t. Verduci); Pisapia (26′ s.t. Sekularac), Omic (26′ s.t. Fiumanò), Tongya (26′ s.t. Cotter); Miretti (17′ s.t. Bonetti); Sekulov (26′ s.t. Cerri), Chibozo (26′ s.t. Iling-Junior).

A disposizione: Senso, Sava, Boloca. All. Bonatti.

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): Greco (20′ s.t. Mangano); Molinari, Lombardoni, Saporetti (15′ s.t. Compagnoni); Spizzichino, Colombo (15′ s.t. Fietta (42′ s.t. Ferri)), Bertoni, Galli, Cottarelli; Le Noci, Parker (20′ s.t. Banfi).

A disposizione: Dellavedova, Pisan, Piran, Ballarini. All. Javorcic.

ARBITRO: Giordano D’Ambrosio di Torino.

Angoli: 5 – 1. 

Note: Giornata calda e soleggiata. Terreno di gioco (sintetico) in ottime condizioni. 

Indisponibili: Boffelli, Brignoli, Gatti, Ghioldi.

di
Pubblicato il 12 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore