La Pro Patria e il mercato: mancano almeno due colpi per completare la squadra

Il reparto difensivo dovrebbe essere completo. Dovranno arrivare un esterno mancino e una punta, forse anche un rinforzo a centrocampo

Pro Patria - Arezzo

Mancano ormai due settimane all’inizio del prossimo campionato di Serie C, meno se si guarda all’esordio della Pro Patria in Coppa Italia. La sfida al Livorno per la competizione nazionale sarà il prossimo 23 settembre – tra 12 giorni – e la squadra biancoblu ancora non è al completo.

Nulla di preoccupante, intendiamoci, la squadra sta lavorando senza grandi intoppi verso l’esordio, ma ci sono ancora delle pedine da mettere a posto nello scacchiere di mister Ivan Javorcic.

PORTIERI – Dopo l’addio a Paolo Tornaghi – che ha firmato con l’Olbia e sarà avversario della Pro in campionato – la società ha deciso di affiancare a Giulio Mangano, chiamato al definitivo salto di qualità, un altro giovane di prospettiva. Stefano Greco arriva dalla Roma in prestito ma ha già una buona esperienza in categoria, avendo vestito lo scorso anno la maglia della Vibonese nel Girone C di Serie C.

DIFENSORI: L’arrivo di Lorenzo Saporetti dovrebbe aver concluso il mercato per quanto riguardo i tre di difesa. Era già sotto contratto Manuel Lombardoni, Stefano Molinari ha firmato il prolungamento mentre Andrea Boffelli ha sposato ancora la causa biancoblu siglando un accordo fino al 2023. Dal mercato è arrivato, oltre al già citato Saporetti, il corazziere Federico Gatti, che dopo gli anni di Verbania è chiamato all’esordio tra i professionisti. Giacomo Compagnoni, classe 2001, ha svolto la preparazione con la prima squadra e potrebbe essere inserito stabilmente in gruppo anche nel corso della stagione. Nel precampionato, inoltre, mister Javorcic si è giocato la carta Fietta al centro della difesa: una soluzione in più nel caso dovesse servire maggiore esperienza.

CENTROCAMPISTI: Il mercato non ha portato grandi variazioni nella struttura del centrocampo della Pro. Sotto contratto Pippo Ghioldi e Tommaso Brignoli, Davide Ferri – classe 2002 – in rampa di lancio, i rinnovi di Riccardo Colombo, Giovanni Fietta e Luca Bertoni hanno evitato una rivoluzione in mezzo al campo. Sono andati via Alex Pedone e Luca Palesi, possibile quindi che per completare il reparto e avere le spalle coperte possa arrivare un’altra mezzala, ma bisognerà attendere l’occasione giusta.

ESTERNI: Dove sicuramente manca un tassello è il reparto esterni. Se a destra Giorgio Spizzichino e Niccolò Cottarelli si giocheranno il posto da titolare – ma dovranno migliorare le prestazioni rispetto alla passata stagione -, a sinistra manca un’alternativa. Al momento c’è in rosa il solo Leonardo Galli, mentre l’opzione per Andrea Masetti non è stata adoperata dalla società per riportare il mancino a Busto. In questo caso una chiusura a breve dell’ingaggio farebbe bene anche agli equilibri di squadra ed è possibile che nei prossimi giorni possa arrivare il profilo giusto.

ATTACCANTI: Salutati Ferdinando Mastroianni ed Edoardo Defendi, in un primo momento l’attacco della Pro Patria era retto solo da Sean Parker, rimasto l’unico sotto contratto in rosa per qualche giorno. Immediato però è arrivato l’accordo di prolungamento con Giuseppe Le Noci e importante è stato anche il rinnovo del prestito di Ari Kolaj, anche se l’attaccante albanese dovrà tornare a pieno ritmo dopo il grave infortunio al ginocchio. Osservato speciale di questo precampionato è stato il classe 2000 Stefano Banfi, cresciuto nel vivaio biancoblu e reduce da una stagione positiva in Serie D con la Castellanzese. Sarà già pronto per il salto tra i professionisti? Parola alla società. Resta però il dato – analitico – che alla Pro in queste prime partite di preparazione sono mancati i gol degli attaccanti. Al momento solo Parker è andato a segno – doppietta contro il Milan Primavera – mentre l’altra rete in precampionato è stata messa a segno da Colombo, a Torino. Gli attaccanti, si sa, non sono facili da trattare, bisognerà avere pazienza per mettere a segno il colpo giusto, quello in linea con l’idea di calcio della Pro Patria.

Pro Patria, precampionato e mercato

di
Pubblicato il 11 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore