Niente da fare per la UYBA che perde per 0-3 contro la Imoco Volley Conegliano

Nel "debutto" ufficiale alla e-work Arena, le farfalle perdono per 0-3 (21-25, 20-25, 23-25) contro le pantere venete, trascinate da una inarrivabile Paola Egonu e da una scatenata Miriam Sylla

UYBA - Conegliano

Nel “debutto” ufficiale alla e-work Arena, le farfalle della Uyba perdono per 0-3 (21-25, 20-25, 23-25) contro le pantere venete, trascinate da una inarrivabile Paola Egonu e da una scatenata Miriam Sylla.
Le padrone di casa ci provano e per alcuni tratti della gara danno del filo da torcere alle ragazze di coach Santarelli, ma non basta contro una inarrivabile Egonu, che salta troppo in alto per qualsiasi muro e che nei momenti decisivi è capace di schiacciare dentro i tre metri.
Ancora una volta la Uyba ha dovuto fare a meno della sua palleggiatrice titolare, sostituita dalla giovane Asia Bonelli.
In generale una prestazione più che sufficiente per le ragazze di coach Fenoglio che ci hanno provato fino alla fine e hanno dimostrato di avere grande margine di miglioramento, mettendo in campo grinta e determinazione.
Top scorer per la Uyba è Mingardi che chiude con 15 punti, seguita da Stevanovic 9, Gray 7, Gennari 6 e Olivotto 5.
Dall’altra parte della rete Egonu ancora una volta si dimostra l’arma vincente, segnando 25 punti (praticamente un set lo ha vinto da sola), seguita da Sylla con 12 punti.
Conegliano ha brillato anche a muro, segnando 8 punti in questo fondamentale, contro i soli 3 delle padrone di casa.
Prima del fischio di inizio c’è stato il taglio del nastro ufficiale della rinnovata e-work Arena, che oggi ha potuto ospitare anche i tifosi, anche se è mancata quell’atmosfera di festa scandita dai tamburi e dai cori degli Amici delle Farfalle.
A fine partita la capitana Alessia Gennari è delusa per il risultato ma convinta che la Uyba potrà fare bene: “Oggi c’era ancora amarezza per partita scorso fine settimana e questo è servito come carburante. In generale penso che abbiamo fatto una buona prova e il risultato non ci deve demoralizzare. Io sono molto fiduciosa perché vedo squadra che ha voglia di lottare e tutte carte in regola per fare bene”.

La partita

Coach Fenoglio schiera Bonelli in regia, Mingardi opposto, Gennari e Gray in attacco, Olivotto e Stevanovic al centro, Leonardi libero.

Il primo set si apre in sostanziale equilibrio con le due formazioni che da subito si danno battaglia (4-6). Conegliano, trascinata da una inarrivabile Egonu e da una scatenata Sylla, prova a scappare e si porta sul 12-15. Sul 13-17 coach Fenoglio ferma il gioco per dare indicazioni alle sue ragazze che stanno subendo la potenza offensiva delle Venete. Al rientro in campo la UYBA approfitta di alcuni errori delle avversarie e si riporta sul 19 pari ma le pantere riprendono subito in mano al situazione (19-21 e time out Busto). Fahr chiude 21-25.

UYBA - Conegliano

Anche secondo parziale inizia con le due formazioni che si rincorrono punto a punto (8-8). Anche la fase centrale del set mantiene il trend, con Conegliano che soffre un po’ e non riesce a costruire bene, mentre la Uyba sembra più determinata (14-14). Conegliano si sveglia dal torpore e scappa sul 16-18 (time out Uyba). Al rientro in campo Gennari e compagne subiscono il gioco delle venete. Sul 18-23 Fenoglio schiera Piccinini su Gray per provare a mischiare un po’ le carte in attacco e rinforzare la difesa. A chiudere il set ci pensano Fahr e De Kruijf (20-25).

Il terzo set si apre con la Uyba avanti per 5-8 con le venete che commettono parecchi errori, situazione che porta Santarelli a fermare subito il gioco. Al rientro in campo la situazione non cambia e le biancorosse continuano a essere a +3 (11-8). Wolosz e compagne però non ci stanno e si caricano per riportare equilibrio (12-12) e riconquistare il vantaggio con una bomba di Egonu (12-13). Sul finale le pantere corrono sul 17-20 ma le padrone di casa non ci stanno e riportano la situazione in parità (21-21), approfittando anche dei tanti errori delle venete. Finale al cardiopalma ma l’attacco di Egonu e l’errore di Gennari chiudono il set 23-25.

Il tabellino

Unet e-work Busto Arsizio – Imoco Volley Conegliano 0-3 (21-25, 20-25, 23-25)

Unet e-work Busto Arsizio: Poulter ne, Olivotto 5, Gennari 6, Bonelli, Gray 7, Leonardi (L), Mingardi 15, Cucco (L2) ne, Stevanovic 9, Escamilla ne, Bulovic ne, Herrera Blanco
Imoco Volley: Caravello, Gicquel ne, Butigan ne, De Kruijf 8, Omoruyi ne, De Gennaro (L), Adams 7, Gennari, Wolosz 1, Sylla 12, Egonu 25, Fahr 10.
Arbitri: Pozzato Andrea, Spinnicchia Giorgia
Note. Uyba: ace 4, errori 5, muri 3. Conegliano: ace 2, errori 10, muri 8. Durata set: 24′ 25′ 30′. Spettatori: 430.

di
Pubblicato il 27 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore