Test sierologici su base volontaria per studenti e personale Liuc

Prelievi organizzati all'Humanitas-Mater Domini. Se il referto è positivo la persona verrà contattata entro le 48 ore successive, per il tampone naso- faringe

Liuc generico

L’università Liuc,  in collaborazione con Humanitas-Mater Domini, ha avviato un progetto innovativo di monitoraggio dell’andamento epidemiologico COVID-19 all’interno della propria comunità sulla base di un modello statistico messo a punto internamente dal Centro sul Management in Sanità e nel Sociale della Liuc Business School.
È attualmente in fase di studio l’elaborazione di un campione statistico di riferimento per rappresentare tutte le componenti presenti in università (personale dipendente, docenti e studenti).

Su base volontaria si procederà ad un test sierologico mirato a verificare l’eventuale presenza della risposta immunitaria al Coronavirus con prelievi organizzati presso Humanitas Mater Domini a Castellanza, in conformità al protocollo clinico di sorveglianza di Humanitas.
In caso di esito positivo, il referto verrà reso disponibile entro 24h dall’esecuzione, quindi la persona verrà contattata direttamente da Humanitas, entro le 48 ore successive, per l’esecuzione del tampone naso- faringeo.

«Con l’avvio del nuovo Anno Accademico – commenta il presidente della Liuc, Riccardo Comerio – abbiamo pensato a un’iniziativa di concreta vicinanza alla comunità Liuc. Un progetto che è reso possibile dalla partnership con Humanitas Mater Domini e che si inserisce nell’ambito delle tante azioni in campo per garantire a personale e studenti di tornare a vivere in sicurezza l’Università».

«Il nostro obiettivo è offrire un servizio di valore al nostro territorio e, proprio in quest’ottica, la sinergia con l’Università Liuc assume un particolare significato. Essere il partner di questo percorso di screening su un tema così delicato, quanto importante come i test sierologici, ci permette di dare un contributo alla Direzione dell’Ateneo nella gestione della delicata fase di ripartenza e nel monitoraggio nel corso anno», commenta Alessandro Liguori, amministratore delegato di Humanitas Mater Domini.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 09 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore