È Barbara Colombo la prima presidente donna di Ucimu

È amministratore delegato di Ficep, azienda di Gazzada Schianno leader nel settore della produzione di macchine utensili per lavorare profili di acciaio e lamiera

Economia generiche

Barbara Colombo è la nuova presidente di Ucimu-sistemi per produrre, l’associazione dei costruttori italiani di macchine utensili, robot e automazione, per il biennio 2020-2021. È la prima donna alla guida dell’associazione.  «Sono onorata ed emozionata per questo incarico – ha commentato a caldo Colombo -. Spero che la mia nomina possa ispirare tante altre donne a impegnarsi in un settore, quello della meccanica, e delle macchine utensili in particolare, decisamente stimolante».

L’elezione è avvenuta nel corso dell’assemblea dei soci di Ucimu che si è svolta in presenza, a Milano. Amministratore delegato di Ficep spa, azienda di Gazzada Schianno VA), azienda di famiglia alla terza generazione, leader nel settore della produzione di macchine utensili per lavorare i profili di acciaio e la lamiera e per lo stampaggio a caldo, Barbara Colombo è da tempo impegnata nell’attività associativa.

Nominata, nel 2008, membro del consiglio direttivo di Ucimu-Sistemi per produrre, dal 2015 ad oggi è stata vice presidente dell’associazione. Nel biennio 2007-2009, è stata membro del consiglio generale di Univa, Unione Industriali della provincia di Varese e, nel biennio 2017-2018, del consiglio generale di Federmeccanica. Dal 2019 fa parte della delegazione italiana di Cecimo, l’associazione delle industrie europee della macchina utensile e, da giugno 2020, ne è il tesoriere.
Laureata in economia aziendale, con indirizzo in finanza aziendale, presso l’Università Luigi Bocconi di Milano, Barbara Colombo ha conseguito il master in corporate finance di SDA Bocconi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 Ottobre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore